San Marino, 9 gennaio 2018 - Una ragazza di 18 anni investita mentre stava tornando a casa e ricoverata in fin di vita nel reparto di Anestesia-rianimazione del Bufalini di Cesena.

AGGIORNAMENTO La giovane è morta

La tragedia è avvenuta ieri mattina, intorno alle 6.30 in via Piana. La giovane stava camminando sul lato destro di via Piana quando, più o meno all’altezza del civico 19, è stata investita da un’auto guidata da un cittadino sammarinese di 61 anni. Un impatto violentissimo, sotto choc l’autista del mezzo che ha affermato di non avere proprio visto la giovane: solo un disumano impatto sul cofano.

 

Difficile al momento capire che cosa sia successo, la dinamica del tragico sinistro è al vaglio della Sezione Pronto intervento della Polizia civile. Con ogni probabilità la ragazza stava ritornando a casa, nell’appartamento del complesso Stazione dove vive con alcuni amici. La ragazza, di origini marocchini, i cui genitori sono residenti a Pietracuta di San Leo, è conosciuta sul Titano in quanto lavora per alcuni ristoranti, bar e pasticcerie del centro, essendo iscritta alle liste di collocamento.

«Ha lavorato con noi nel mese di dicembre come cameriera: è una brava ragazza, piena di volontà, molto solare – racconta Massimo Agostini, titolare del ristorante Ritrovo dei lavoratori –. Sapendo che lavora bene l’abbiamo chiamata, noi come altri esercizi qui della zona. Alla vigilia di Natale era da sola – continua Agostini – perché tutti i suoi amici lavoravano e così è venuta a mangiare qui con noi. Una brava ragazza .... stamattina quando mi hanno chiamato per dire che aveva avuto questo bruttissimo incidente sono rimasto molto scosso. Una bruttissima notizia, mi hanno detto che è molto grave».

 

La giovane è stata subito soccorsa dal personale del 118 che l’ha portata immediatamente in ospedale dove è stata sottoposta a una serie di accertamenti che hanno evidenziato lesioni gravissime al volto e al cranio, oltre che una frattura a una gamba. E’ stato deciso il trasferimento al Bufalini di Cesena e un medico della Terapia intensiva dell’ospedale di San Marino è salito in ambulanza con lei per accompagnarla al Bufalini.

A tutto ieri sera la ragazza era ancora in vita ma le sue condizioni erano definite gravissime.