Rimini, 3 gennaio 2018 - Gli sposi pagheranno. Con un anno di ritardo, certo, e a rate. Ma alla fine salderanno il loro debito con il ristorante in cui avevano festeggiato le nozze. Si chiude così una storia che aveva fatto parecchio clamore a Novafeltria. Anche perché la coppia di neo sposi, residente proprio a Novafeltria, non aveva lasciato buchi solo al ristorante Jolly La Matta. Da quanto era emerso nel corso delle indagini condotte dai carabinieri, anche chi aveva fornito i fiori, la torta nuziale e altre servizi per il matrimonio (compreso il fotografo), non avrebbe ricevuto dalla coppia il compenso pattuito.

Crociati aveva messo tutto in mano al suo legale, l’avvocato Silvano Zanchini. Che, dopo i ripetuti solleciti e la denuncia presentata ai carabinieri, ha trovato un accordo con i legali della coppia. «E’ stato raggiunta l’intesa sul pagamento grazie a una negoziazione assistita – conferma lo stesso Zanchini – La coppia pagherà il dovuto». Il ristoratore è andato loro incontro, riconoscendo un piccolo sconto e dando la possibilità agli sposi di pagare a rate. «Se onoreranno l’impegno che si sono assunti – conclude Zanchini – noi ritireremo la querela».