Rimini, 13 ottobre 2017 - Il Comune di Rimini si costituisce parte civile nei confronti di Guerlin Butungu, il primo dei presunti autori chiamati a rispondere degli stupri avvenuti a fine agosto sulla spiaggia di Miramare e sulla Statale ai danni di due cittadini polacchi e di una cittadina peruviana.

“Un impegno che ci eravamo presi da subito – è il commento dell’Amministrazione comunale di Rimini – già nei giorni convulsi e drammatici che hanno fatto seguito a quelle feroci aggressioni che ora hanno il volto dei presunti colpevoli chiamati a giudizio. Un giudizio e una richiesta di giustizia che ci vedrà presenti in aula a tutela delle vittime e insieme a loro di tutta la comunità riminese, anch’essa colpita da quei terribili fatti densi d’efferata violenza”.

Guerlin Butungu, congolese di 20 anni

La Giunta comunale ha formalizzato nella seduta di ieri la decisione e ha nominato l’avvocato Maurizio Ghinelli del Foro di Rimini proprio legale difensore che, già difensore dei cittadini polacchi, ha deciso d’assumere gratuitamente il patrocinio del Comune.