Rimini, 10 agosto 2017 - Volevano trascorrere qualche ore in spiaggia a guardare le stelle. A un tratto, però, sono stati avvicinati da due vigilantes notturni, con tanto di divisa e torcia, che hanno invocato un inesistente divieto e preteso dai ragazzi il pagamento di 10 euro a testa per evitare la denuncia alla polizia.

È quanto successo la notte scorsa sulla battigia di uno dei bagni confinanti con la spiaggia libera di Miramare, a Rimini, con un gruppo di sette turisti tedeschi che sono stati truffati da due guardini notturni. I ragazzi, infatti, per evitare guai peggiori hanno acconsentito al pagamento della ‘multa’, ma poi insospettiti dall’accaduto hanno fermato una volante in strada.

I turisti, così, hanno raccontato tutto agli agenti che si sono messi sulle tracce dei due vigilantes, intercettandoli poco dopo. Per i due truffatori, entrambi cittadini di origine albanese, è scattata una denuncia per truffa mentre proseguono accertamenti sulla regolarità della loro attività di guardiani notturni.