Rimini, 7 novembre 2017 - Robot e droni per salvare l’ambiente. E nuove ‘app’ per tenere sotto controllo i consumi e ridurli, anche a scuola. Le tecnologie sempre più al servizio della green economy in Italia, che da oggi a venerdì si ritrova a Rimini per la nuova edizione di Ecomondo. A tenere a battesimo la grande fiera dedicata all’ambiente e al risparmio energetico (in contemporanea si svolge il salone di Key Energy), il ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti. Che interverrà, insieme al candidato premier del M5s Luigi Di Maio, all’ex ministro Edo Ronchi (presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile) e ad altri ospiti agli Stati generali della green economy.

Al centro di Ecomondo ci sarà, quest’anno più che mai, il ciclo integrato di gestione dei rifiuti, dopo che l’Europa ha posto, fra i principali obiettivi in tema ambientale, quello di innalzare la percentuale di rifiuti riciclati. E l’Italia, secondo le ultime statistiche, è diventata (faticosamente) il paese che in Europa ricicla di più, in percentuale, i rifiuti urbani che industriali, mentre la Germania vanta il maggiore quantitativo di rifiuti riciclati. Le buone pratiche per il riciclo e la gestione dei rifiuti saranno fra l’altro protagoniste dello stand di Hera in fiera. Uno stand (tanto per restare fedeli alla linea ‘verde’) che è stato interamente realizzato con materiali riciclati. Ma nei quattri giorni di Ecomondo si parlerà (tanto) anche di energie rinnovabili e delle nuove soluzioni per il risparmio energetico.

Verranno presentati, nella sezione ‘Città sostenibili’, i casi delle città americane Portland e San Leandro, esempi virtuosi per i sistemi adottati per efficienza energetica, riduzione dell’inquinamento e connessioni alla Rete sempre più veloci grazie a un’avanzata rete di fibra ottica. Dai ricercatori italiani dell’Enea arriva invece la nuova ‘app’ per smartphone e tablet, che permettere di misurare i consumi energetici e la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici. L’applicazione sarà presentata domani, ed è solo una delle tante in vetrina alla manifestazione riminese, che vedrà la presenza anche di numerose startup (molte dell’Emilia Romagna) nate in campo ambientale.

Anche la robotica e l’intelligenza artificiale saranno protagoniste di Ecomondo, con nuove soluzioni per il monitoraggio di laghi e fiumi, già sperimentate anche nel lago di Garda. Alcune barche robot si potranno ammirare a Rimini, così come il nuovo drone brevettato per effettuare controlli e monitoraggi in campo ambientale. A Ecomondo si parlerà poi anche della importante esperienza della Caviro: la cooperativa agricola faentina ha dato vita al più grande vigneto d’Italia realizzato con l’economia circolare, attraverso il recupero di prodotti e di materiali. In questo modo vengono valorizzate ogni anno circa 590.000 tonnellate di materie prime, con scarti ridotissimi, inferiori all’1%. E’ una delle tante esperienze ‘virtuose’ che saliranno in cattedra alla fiera di Rimini, dove saranno presenti 1.200 espositori e si attendono oltre 105mila visitatori da oggi fino a venerdì.

ECOMONDOG_9344280_191223

"Questa non è più la fiera della green economy - ha spiegato il ministro Gian Luca Galletti inaugurando l'evento -, è una vera fiera dell'economia italiana e dell'economia globale. Abbiamo un mercato potenziale fortissimo fuori dall'Italia proprio perché in questi anni abbiamo sviluppato tecnologie e buone pratiche che oggi possiamo esportare e credo che questo sia il luogo giusto per metterle in mostra e anche per poterle vendere".