Ricicone (Rimini), 8 luglio 2017 - La seconda casa al mare a Riccione rimane la più cara della costa emiliano-romagnola. Stando al report di Tecnocasa solo nella Perla verde si arriva a cifre superiori ai 5mila euro al metro. Somme che il cliente è disposto a pagare nel caso trovi un appartamento signorile nelle zone Abissinia o al porto. Se l’alloggio in questione è usato, il prezzo si abbassa di un migliaio di euro.

Da Rimini a Milano Marittima non si raggiungono simili quotazioni. A Milano Marittima le cifre massime per appartamenti di pregio raggiungono i 4mila euro. Stessa cosa accade a Rimini, zona Marina Centro e in viale Principe Amedeo, dove le cifre per metro quadro si aggirano sui 4mila euro. I valori esposti nel report di Tecnocasa sono medi e rispecchiano l’andamento del mercato.

«Tuttavia rimangono immobili di particolare pregio – precisa Francesco Quintavalla dell’agenzis Engel & Volkers di Riccione – per i quali gli acquirenti sono disposti a spendere anche cifre superiori». Si può così arrivare a superare, e di molto, i 5mila euro al metro quadro. «Nel caso di immobili con vista mare nelle zone Abissinia o al porto – prosegue – si può anche arrivare a cifre tra gli 8mila e i 9mila euro. Sono rari ma ci sono».

Sta di fatto che il mercato immobiliare turistico a Riccione tiene. «La seconda parte del 2016 – conferma l’analisi dei responsabili di Tecnocasa - ha visto prezzi sostanzialmente stabili nelle zone centrali di Riccione e in ribasso a Riccione Paese. Il mercato è dinamico, le richieste sono numerose e il numero di compravendite è in aumento. La domanda è equamente divisa tra prime e seconde case».

Altro elemento da tenere in conto è il fatto che «a ricercare l’abitazione principale ci sono giovani coppie al primo acquisto e famiglie in cerca dell’abitazione sostitutiva». Mentre sulle tipologie di alloggio «il taglio più richiesto è il trilocale di 75-80 metri quadrati per una spesa compresa tra 200 e 300mila euro, mentre per la seconda casa si ricercano o bilocali il più vicino possibile al mare o trilocali da utilizzare tutto l’anno».

I turisti a caccia della casa a Riccione provengono dalle province di Modena, Bologna, dalla Lombardia e dall’Umbria.

Interessante è mettere a confronto le varie zone della città per vedere dove si possono trobare le occasioni e dove i prezzi salgono. Le occasioni si trovano in zona Alba dove per un alloggio economico usato strappano 900 euro a metro quadrato. Nemmeno a San Lorenzo si scende sotto i mille euro, attestandosi sui 1.800 euro per un usato economico e arrivando al massimo 2.500 euro. Tornando all’Alba i prezzi salgono fino a toccare i 3.500 euro per un appartamento nuovo e di pregio. In Paese si oscilla tra i 1.600 euro a metro quadrato per un alloggio usato ed economico, e i 2.400 se l’alloggio è nuovo e signorile. Tolte la zona Porto, quella centrale e l’Abissinia dove le cifre sono più alte (da 2.500 usato economico a 5.500 nuovo e di pregio) rimane la zona Marano con prezzi oscillanti tra 1.700 euro e 2.200.