San Marino, 13 giugno 2017 - Ultima fermata per Asset Banca: Bcsm ha avviato la liquidazione coatta dell’istituto già commissariato. Lo rende noto l’istituto di via del Voltone dalla sua homepage e, quasi in contemporanea una nota del congresso di Stato. Bcsm “in esecuzione della delibera del Coordinamento di Vigilanza in pari data- spiega Banca centrale su proposta del commissario straordinario e del Comitato di sorveglianza, ha disposto la revoca dell’autorizzazione all’esercizio di attività riservate e la liquidazione coatta amministrativa di Asset Banca S.p.A. in amministrazione straordinaria, provvedendo a nominare i commissari liquidatori e i membri del Comitato di Sorveglianza”.

Mentre l’esecutivo spiega che il provvedimento di di liquidazione coatta amministrativa di Asset è stato adottato dal Coordinamento di vigilanza di Bcsm “nello svolgimento della sua attività e nell’esercizio delle sue prerogative”. Inoltre, il governo sottolinea che “il percorso delineato nei giorni scorsi non subirà variazioni” e conferma che “saranno garantite tutte le posizioni dei risparmiatori, dei depositanti e degli investitori, ivi compresi i detentori di obbligazioni e di certificati di deposito”. In questa direzione, “si ribadisce la volontà e l’orientamento del governo- prosegue la nota- a realizzare l’operazione di sistema ipotizzata nei giorni scorsi dall’Autorità competente che prevede l’integrazione di Asset Banca con Cassa di Risparmio nei modi e nelle forme piu’ idonee e che verrà portata a compimento in tempi rapidi con l’obiettivo di assicurare il ritorno all’operativita’ dell’utenza nella fase immediatamente successiva alla conclusione dell’iter deliberativo in Carisp con l’Assemblea degli Azionisti gia’ convocata per il prossimo 21 giugno”.