Rimini, 11 settembre 2017 - Un Gran Premio sempre più vip. Tutti in fila per un selfie con Francesco Totti e Keanu Reeves. Il paddock brulicava di personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo. Facile vedere quadretti simili in Formula Uno dove sono la quotidianità durante le gare. Ma il mondo delle due ruote ha storicamente guardato con una genuina diffidenza al patinato mondo delle star.

Invece lo spettacolo, gli eroi che scendono in pista e percorrono il curvone a 270 chilometri orari con la pioggia battente, e un circus che è cresciuto notevolmente negli anni ha finito con il diventare anche un punto di riferimento per i vip. Misano non fa eccezione, anzi nelle ultime edizioni i volti noti si sono moltiplicati. E l’edizione di quest’anno ha presentato un nuovo record.

OMBRELLINE_25223999_152648

A scaldare il paddock, nonostante il cappuccio della felpa alzato è stato Totti, la preda preferita per il selfie della domenica. A nulla è servita a Keanu Reeves la lunga barba per camuffarsi. La star del cinema, che a Misano è venuta diverse volte e non solo al Gp, era un’altra tappa obbligata per il pomeriggio da selfie nel paddock. Nutrita la truppa di attori italiani. Luca Argentero era già stato avvistato nel pomeriggio di sabato. stessa sorte era capitata a Fabio De Luigi.

Ieri erano presenti anche Marco Bocci, Alessio Boni, Roul Bova, Gabriele Garko e Francesco Mandelli. E non è finita qui. Presente anche in diretta dallo studio televisivo dove veniva commentato il Gran Premio c’era Alessandro Cattelan. Di casa a Misano Linus. Da segnalare altri sportivi quali Marco Materazzi e Alessio Cerci. Erano presenti anche l’ex campione di Formula Uno Mark Webber, lo chef Bruno Barbieri e Giuseppe Giacobazzi. Tra le autorità il ministro dello Sport Gianluca Lotti e il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Keanu Reeves a Cesenatico - e al Museo Benelli di Pesaro

image