Rimini, 13 agosto 2017 - 'Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo'. È il tema della XXXVIII edizione del Meeting di Rimini per l'amicizia fra i popoli che si terrà dal 20 al 26 agosto, tratto dal Faust di Goethe. Un concetto che rientra nella volontà dell'iniziativa, spiega la presidente della Fondazione Meeting Emilia Guarnieri, di "lanciare messaggi costruttivi, mettendo in relazione mondi diversi. Ma noi cosa abbiamo ereditato? E che cosa dunque dovremmo riguadagnare?". La giornata di apertura vedrà l'intervento del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, mentre l'incontro di presentazione del tema si terrà martedì 22 con Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme. Elemento centrale della giornata conclusiva del Meeting, sabato 26, sarà invece l'intervento del segretario di stato di Sua Santità, cardinale Pietro Parolin.

Tra gli ospiti di questa edizione, oltre al Segretario Generale Nato Stoltenberg, ci saranno Gherardo Colombo, Antonio Tajani ed Enrico Letta, gli economisti Erik Jones, Dennis J. Snower, Jeromin Zettelmeyer e Domenico Lombardi, l'inviato UE per la libertà religiosa Ján Figel' e l'intellettuale francese Olivier Roy. Sul fronte del dialogo tra religioni e paesi ci saranno il rabbino David Rosen dell'American Jewish Committee, così il libanese musulmano Mohammad Sammak, ma anche Nassir Abdulaziz Al-Nasser, in rappresentanza del Segretario Generale delle Nazioni Unite.

Di integrazione e nuove generazioni parlerà la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli e di emigrazioni il noto demografo Massimo Livi Bacci dell'Università di Firenze. Sul fronte scientifico ci saranno tra gli altri l'allievo di Noam Chomsky Andrea Moro, insieme a Giorgio Vallortigara, neuroscienziato, e un esperto internazionale di intelligenza artificiale quale Nello Cristianini. Sul fronte delle mostre si toccheranno i temi delle nuove generazioni e dei volti giovani dell'Italia multietnica, ma anche del lavoro, a partire dalle domande poste dai giovani che si affacciano nel mondo delle professioni.

La mostra 'Il passaggio di Enea' presenterà opere di importanti artisti contemporanei che riflettono sull'eredità, e quindi il debito, con il passato, mentre Fondazione Russia Cristiana in occasione del centenario propone un'esposizione su 'Russia 1917. Il sogno infranto di un mondo mai visto'. A cura dei francescani di Terra Santa invece la mostra 'La terra più amata da Dio. La Custodia di Terra Santa'. er quanto riguarda gli spettacoli, si esordirà domenica 20 con un'edizione con oltre 170 persone in scena della Madama Butterfly di Puccini con la China National Opera House.

Il Meeting 'incontrerà' tre cantautori che con la loro traiettoria umana e musicale hanno lasciato il segno: Fabrizio de Andrè con 'Come una specie di sorriso', con Neri Marcorè e il GnuQuartet, Enzo Jannacci con lo spettacolo 'Le scarpe del tennis' ma anche il forlivese Claudio Chieffo con 'Canzone per te', a cura del figlio Benedetto. 'Solaris' porterà la fantascienza a teatro con la regia di Paolo Bignamini, mentre un grande attore come Massimo Popolizio proporrà 'Padre e figlio', un testo di Fabrizio Sinisi che prende spunto dal tema del Meeting parlando di personaggi biblici come Caino e Abele, Abramo e Isacco. 'Un sussulto al cuore", infine, è il titolo del concerto per orchestra e coro, con musiche e direzione del maestro Emmanuele Lo Russo.