Riccione (Rimini), 13 giugno 2017 - I Dolphins Riccione ripartono da Maurizio Ferro. Sarà lui, il 58enne tecnico bolognese – ma ormai riminese d’adozione – il nuovo coach della squadra della Perla Verde, che anche nella prossima stagione sarà ai nastri nel campionato di basket C Silver.

Ferro succede a ‘Macho’ Darderi, che ha traghettato in salvo i biancazzurri negli ultimi playout, con lo stesso Darderi che resterà comunque in organico ricoprendo mansioni da vice, mentre la preparazione atletica sarà curata da Luca Scorsone.

Del vecchio nucleo di cestisti rimarranno sostanzialmente in quattro: il play Mazzotti, la guardia-ala Ambrassa e la coppia di lunghi formata da Brattoli e De Martin. Parentesi chiusa, invece, per Cardinali, Bologna, Egbutu, Pulvirenti, Chistè, Chavdarov e Biagini, con quest’ultimo che ricoprirà il ruolo di team manager.

Per quel che riguarda l’ampliamento del roster, la società sta trattando Marco Amadori – e in questo caso si tratterebbe di un ritorno –, reduce da una stagione in C Gold nell’Ap Titano: altri due probabili innesti, il play Sacchetti e il centro Russu, giocatori che nell’annata appena trascorsa erano in D a Bellaria con Maurizio Ferro. Potrebbe poi rientrare alla ‘casa madre’ Luca Serafini, ventenne lungo riccionese che ha giocato a Bologna, dove studia. Poi ci sarà chiaramente qualche giovane del vivaio, a cominciare da Lorenzo Casadei.