Misano (Rimini), 17 giugno 2017 - Una gara mozzafiato, colpi di scena a ripetizione e un vincitore inaspettato, almeno per come si erano messe le cose. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), che aveva conquistato la pole con tanto di record della pista, stenta quasi a crederci quando taglia per primo il traguardo del Misano World Circuit 'Marco Simoncelli', aggiudicandosi gara 1 del Gran Premio Riviera di Rimini. Il pilota inglese, al secondo successo stagionale dopo Donington, precede Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ma a poche tornate dalla fine in pochi avrebbero scommesso su un esito simile.

SUPERBIKE_23512306_144418

Quasi alla fine dell'ultimo giro, infatti, Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati) scivola dopo aver dominato la seconda parte di gara e viene colpito anche da Rea, con il nordirlandese pero' bravo a rialzarsi subito e ad acciuffare almeno il podio. Poco prima era stato invece Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) a finire a terra mentre stava provando a giocarsi la vittoria e alla fine si e' dovuto accontentare della 15esima posizione finale. Il primo colpo di scena risale pero' al giro numero 14 quando Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), in testa alla gara, scivola alla curva 13 chiudendo anzitempo una corsa fino a quel momento straordinaria, dove si era anche assicurato un po' di margine sugli avversari.

A completare la Top 5 i due spagnoli Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e Xavi Fores (BARNI Racing Team), poi Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia), Randy Krummenacher (Kawasaki Puccetti Racing), Roman Ramos (Team Kawasaki Go Eleven), Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia) e Raffaele de Rosa (Althea BMW Racing Team). Durante la gara si sono ritirati anche Stefan Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team), Leandro Mercado (IODARacing) e Riccardo Russo (Guandalini Racing). Domani gara 2, sempre alle 13.