Misano (Rimini), 18 giugno 2017 - E' stato il pilota italiano Marco Melandri ad aggiudicarsi Gara 2 del campionato Mondiale di Superbike al Misano World Circuit dedicato a Marco Simoncelli. Per il pilota ravvennate, che ha vinto in sella alla sua Ducati del team Aruba.it Racing - Ducati, è la prima vittoria questa stagione, dopo essere salito però sul podio sei volte. 

Nella classe WorldSSP il turco Kenan Sofuoglu (Kawasaki Racing Team) ha ottenuto il suo quarto successo stagionale ed è ora a un soffio dalla vetta della classifica generale. Vittorie anche per Mika Pe'rez (WILSport Racedays) nella WorldSSP 300 e per Marco Faccani (Althea BMW Racing Team) nel Campionato Europeo FIM Superstock 1000.

In seguito al problema riscontrato da Jordi Torres sul pneumatico posteriore della sua BMW in Gara 2, il direttore Attività sportive di Pirelli Moto Giorgio Barbier, ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è portare a termine in breve tempo analisi approfondite in modo da chiarire le circostanze e le cause di quanto accaduto. I nostri laboratori a Milano sono già al lavoro. Data la complessità di tali analisi, saranno necessari alcuni giorni per ottenere dei risultati. Nel frattempo, finché non avremo chiarito e risolto la natura del problema, assicuriamo che per il prossimo round del Campionato Mondiale FIM Superbike che si svolgerà a Laguna Seca utilizzeremo delle soluzioni già sperimentate con pieno successo in passato".

In Gara 2 alla partenza è scattato bene dalla seconda posizione Xavi Fore's (Barni Racing Team), alle sue spalle Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) che, per via del nuovo regolamento, sono partiti dalla prima fila. Laverty poco dopo è stato superato da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), vincitore di Gara 1 e partito dalla nona posizione. Nel frattempo l'altro pilota Kawasaki, Jonathan Rea, si è portato al quarto posto alle spalle del suo compagno di squadra.
Al sesto giro Xavi Fore's commette un errore andando lungo a una curva e lasciando così strada a Torres, Sykes e Marco Melandri, quest'ultimo risalito nel frattempo in terza posizione dalla decima.

Ed è nel corso del giro successivo che proprio il ravennate riesce prima a sopravanzare Sykes portandosi alle spalle di Torres e poi, al decimo giro, a sferrare il primo attacco a Torres che però riesce a respingerlo. Nel frattempo il gruppetto di testa oltre che dalla BMW e dalla Ducati è composto anche dalle Kawasaki di Sykes e Rea. Al dodicesimo giro una scivolata mette fuori gioco Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team). La svolta al tredicesimo giro quando, con un sorpasso ai danni di Torres, Melandri passa in testa alla corsa. Due giri dopo Rea, alla ricerca del podio, sopravanza il compagno di squadra e si porta virtualmente sul gradino basso. L'ottima gara di Torres si interrompe però a due giri dalla fine per un problema tecnico al pneumatico posteriore che lo costringe a ritirarsi. Marco Melandri taglia così il traguardo per primo davanti alle Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes.