Rovigo, 11 ottobre 2017 - In Polesine sbarca il primo festival del turismo sostenibile. Dal 13 al 15 ottobre a Rovigo e provincia protagonista sarà ‘It.a.cà’, il festival che racconta il territorio ripercorrendo le storia e le bellezze locali da nuovi e inaspettati punti di vista. L’originale iniziativa è stata presentata a palazzo Cezza, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, finanziatrice del progetto con il bando ‘Culturalmente 2016’. Presenti Ennio Raimondi, della Fondazione Cariparo, Simona Zedda, della segreteria di ‘Itacà nazionale, Rossella Ruzza, presidente dell’associazione ‘Teradamar’, Daniele Panella, sindaco di Bosaro.

«Seguendo il modello già sperimentato in Emilia Romagna e Trentino - ha spiegato Zedda - la prima edizione polesana del festival coinvolgerà più di 30 attori locali uniti nel proporre un ricco e articolato (mostre, iniziative in piazza, convegni e concorsi, visite guidate e itinerari in bicicletta, pranzi a km 0, spettacoli) per promuovere anche in questo territorio una nuova idea di turismo, più etico e rispettoso dell’ambiente e di chi ci vive, sviluppando un’immagine unitaria del territorio in chiave di sostenibilità e responsabilità».

Nato a Bologna nove anni fa, il Festival è diffuso su tutto il territorio nazionale e vede coinvolti altri territori, tra i quali Padova, Ferrara, Ravenna, Rimini, Trentino, Reggio Emilia, Parma e Monferrato. A Rovigo il progetto è promosso da Associazione TeradaMar, Cospe onlus, Arci Solidarietà Veneto, Arci Padova in collaborazione con Fiab Rovigo, il Liceo Artistico Celio Roccati, la Provincia. il Comune Di Polesella, il Gal Delta Po - Sviluppo locale Leader, Gal Adige, il Consorzio di Bonifica Adige Po e il Comune di Rovigo.

Primo appuntamento venerdì 13 alle 9.30, nella sala degli Arazzi di Palazzo Roncale con la conferenza di apertura Turismo verde tra ruralità e sostenibilità a cura di Gal Polesine Adige, It.a.cà e l’Università degli Studi di Ferrara. Un’occasione di confronto tra esperti e operatori del settore. Venerdì sarà proposta l’esperienza Visit@ rovigo con 4 passi nella storia. Dedicato ai ragazzi del Liceo Celio-Roccati di Rovigo è l’appuntamento a cura di Amici della Bici Rovigo (Fiab) per l’educazione stradale e la mobilità sostenibile.

Ci si sposta poi a Bresparola per un itinerario a piedi, un percorso didattico sulla storia della bonifica in Polesine. Alle 10 e poi alle 16 toccherà a Vie di carta a cura di Circolo Arti Decorative, un laboratorio esperienziale attraverso l’apprendimento della tecnica degli origami. Alle 11.30 presso la Pescheria Nuova inaugura la mostra Turismo sostenibile a Rovigo? noi lo vediamo così».

A Bosaro, ore 15, il convegno dal titolo «I cammini religiosi nel turismo culturale. prospettive di sviluppo». Alle 17.30 a Rovigo (Pescheria nuova) un suggestivo e coinvolgente spettacolo «Raccontami una storia». Alle 21, presso il Liceo Scientifico “Paleocapa” di Rovigo ci sarà una serata con Cai di Rovigo che aprirà l’edizione del Festival Rovigo Svetta.

Un incontro con la direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco Marcella Morandini e con Piero Badaloni, regista del documentario Economia del Bene, per dialogare sui valori universali di bellezza di montagne uniche al mondo. Nel corso della serata è previsto un intervento di Giorgio Menchini, presidente Cospe onlus.