Rosolina (Rovigo), 10 aprile 2017 - La stagione al mare comincerà sul nostro litorale nel giorno di Pasquetta. E rischia di essere una stagione con il segno rosa. Già ieri, in questo anticipo d’estate con temperature record, centinaia di turisti si sono riversati sulle spiagge di Rosolina Mare. In costume da bagno, con i racchettoni, ai tavolini dei bar tra spritz e piadine. Un giorno record che fa ben sperare.

I turisti, arrivati in macchina o in moto, hanno affollato il litorale. Qualcuno si è già messo in costume per prendere la tintarella. «Siamo contenti che ci sia questa bella giornata – spiega Ciro Patrian del bagno Perla – la stagione inizia dal giorno di Pasquetta. Poi lunedì 24 ci sarà la ‘Notte di fuoco’ con i botti in riva al mare e da lì prenderà il via ufficialmente la stagione balneare. Incrociamo le dita affinché tutto vada bene e che ci sia sempre il sole, soprattutto nei fine settimana».

Molta gente è arrivata dalle cittadine del Delta e da Rovigo. Fidanzati che si fanno il selfie con il mare sullo sfondo e tante famiglie. Un gruppo di amici da tanti anni si ritrova al bagno Perla. Sono Aurelio ed Emanuela di Adria; Mattia di Loreo e Emanuela di Cittadella; Andrea di Cavarzere e Lorenzo di Cittadella. «Veniamo al mare già a marzo a giocare a beach tennis – racconta Emanuela, di Adria – finalmente c’è un bel sole ed abbiamo deciso di prendere la tintarella».

Aurelio, di Adria, spiega che al bagno Perla vale la regola delle «5 S». «Nei fine settimana i clienti che vengono qui devono godersi il sole, la sabbia, lo sport, il sesso e lo svago», scherza. Il bar è aperto, c’è chi mangia un gelato, chi prende un caffè o una bibita. Un gruppo di amici è seduto su una panchina. Sono Dyallo del Senegal, Valentina e Laura di Cavarzere, Giulio, Schaima, Matteo e Nicola di Adria. Tra loro anche i due dj che suoneranno durante le feste estive, El bandido (Giulio) e Hulio Ramon (Nicola).

Bar e ristoranti aperti così come molti negozi. Mara Sambo, di Porto Viro, lavora in un bazar a piazzale Europa da 30 anni. Vende articoli da spiaggia, souvenir, giocattoli, occhiali da sole e bigiotteria. «Iniziamo a lavorare a marzo e chiudiamo a settembre, dalle 8 alle 24 senza mai fermarci. Quest’anno mi aspetto che ci siano meno vu cumprà – dice – perché noi paghiamo le tasse e loro no. La nostra Italia ha visto chiudere molte aziende».

Tanta gente ha fatto una passeggiata anche lungo il marciapiede che costeggia la spiaggia, tra la folla anche l’assessore di Ariano Riccardo Camisotti con la fidanzata Irene. «Finalmente la bella stagione è arrivata».