Taglio di Po (Rovigo), 14 giugno 2017 - Vuoi organizzare un concerto in villa in Veneto ma non trovi il luogo adatto dove poterlo fare? Tenuta Ca’ Zen a Taglio di Po è il posto ideale per concerti. Seppur sia una villa “minore” del Veneto, è in grado di ospitare tante persone all’aperto. Villa Ca’ Zen è immersa in un’oasi di verde, piena di fascino e storia da oltre 300 anni a questa parte. Il Quadrivio ha così organizzato un concerto lirico-vocale, come si usa dire per indicare che i protagonisti saranno dei cantanti. Il mezzosoprano di origine rodigina Marina De Liso, insieme al soprano Rachele Stanisci e accompagnata dal pianista Gerardo Felisatti, saranno protagonisti di un concerto che si terrà venerdì 16 alle 20.30 nella settecentesca villa Avanzo a Ca’ Zen, appena fuori Taglio di Po e poco lontana dall’argine del grande fiume, proprio là dove, in tempi lontani, correva il confine tra la orgogliosa Repubblica di San Marco e lo Stato Pontificio.

La Stanisci, cantante di grande spessore, recentemente ha interpretato «Un ballo in maschera e Messa di Requiem al Teatro Verdi di Trieste (diretta da Gianluigi Gelmetti); il debutto in Anna Bolena al Teatro Bellini di Catania; Nabucco a Lima, Bari ed in tour in Perù; Don Giovanni a Trapani; Un ballo in maschera a Tel Aviv con la Israel Philharmonic Orchestra diretta da Zubin Mehta; Aida a Skopje e Pisa; Attila di Verdi a Montecarlo e Edgar di Puccini (ruolo di Tigrane) a Dortmund; Aida (Amneris) a Split e il ruolo titolo di Iris a Tokyo (Tokyo Philharmonic Orchestra).

Musica e architettura e storia protagonisti, ma con i colori di un Polesine che troppo spesso dimentichiamo o, peggio, neppure conosciamo. Opportunità che, senza travalicare la musica, evoca il poeta George Byron, che al tempo dei suoi amori con la contessa Guiccioli, frequentava assiduamente questi luoghi mai dimenticati (basta rileggere qualche verso delle Stanze al Po). La stagione in musica, a Ca’ Zen, svarierà fino ai primi di agosto. Ecco, allora, proprio in chiusura, un seminario di alto perfezionamento in canto lirico (dal 28 luglio al 6 agosto con concerto finale) tenuto dal celebre soprano forlivese Wilma Vernocchi, che del Quadrivio è sempre stata un’amica sincera. Sarà quindi la volta della giovane violinista Julia Meynert e del violoncellista Marcel Kreasner (29 giugno), ma anche di una scorribanda nel cinema con la proiezione del film “Il testimone dello sposo” di Pupi Avati (6 luglio) e ancora della presentazione del bel libro di Luca Malin che racconta la vita straordinaria di Maria Antonietta Avanzo, la prima e più celebre donna pilota, ma anche la nonna di Maria Adelaide.

La chiusura (sabato 29 luglio) con un gran galà sotto le stelle per festeggiare il capodanno d’estate con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Cantieri d’arte e il corpo di ballo Novecento. Per informazioni e prenotazioni (ci sono solamente 100 posti): info@tenutacazen.