Rovigo, 4 aprile 2017 - Nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio i reparti delle Fiamme Gialle, coordinati dal comando provinciale di Rovigo, hanno eseguito un sequestro amministrativo di circa 18mila buste per la spesa utilizzate illecitamente da commercianti al minuto per l’imballo di vari prodotti, compresi gli alimenti.

L’operazione si è sviluppata attraverso l’esecuzione di una serie di interventi che hanno portato, in 5 casi, all’individuazione di “shoppers”, come sono conosciuti nel gergo commerciale questi sacchetti di plastica, che presentavano irregolarità. Si tratta in particolare della mancanza degli avvisi di legge che necessariamente devono essere stampati su di essi e contenenti informazioni fondamentali a garanzia del consumatore circa la loro biodegradabilità e compostabilità. I controlli sono stati effettuati ad Adria, Polesella, Badia Polesine e Lendinara. Nei confronti dei trasgressori si applicano sanzioni pecuniarie da 2.500 a 25.000 euro a cura della Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare cui sono stati trasmessi i verbali di sequestro.