Rovigo, 28 ottobre 2017 - Duro colpo  ai predoni culminato con tre ordinanze di custodia cautelare in carcere. E’ questo il resoconto della attività investigativa portata avanti dai carabinieri del nucleo radiomobile di Rovigo diretti dal comandante Salvatore Gibilisco e terminata con tre richieste di custodia cautelare in carcere, di cui una notificata ad un rumeno di 27 anni. Nel mirino dei ladri erano finiti diversi bar. Il primo episodio era avvenuto verso metà agosto al bar Cremlino di Polesella, qui i predoni avevano sottratto 5mila euro di sigarette e liquori.

Grazie però alle immagini delle telecamere di videosorveglianza i carabinieri erano riusciti ad avere un identikit degli autori del furto. Un tentativo di furto c’era stato anche al bar La Noce di Villanova Marchesana, andato però a vuoto perché era scattato il sistema d’allarme. Gli investigatori puntarono però l’attenzione su un gruppo di romeni domiciliati a Bologna. Successivamente altri colpi avvennero a Modena e Reggio Emilia. Sulla base di tutti questi elementi, i carabinieri hanno raccolto elementi sufficienti a ottenere tre ordinanze di custodia in carcere. Grazie alla perquisizione eseguita dai militari nelle abitazioni dei romeni è stato rinvenuto altro materiale, ossia quadri e un personal computer per un valore di oltre 5 mila euro.

Materiale che era stato nascosto sotto ad un letto in una abitazione nella quale si trovavano, sino al giorno prima, altri due romeni anch’essi destinatari di ordinanza di custodia cautelare. Dagli accertamenti, il materiale risulta essere stato rubato in una ditta in provincia di Modena.