Rovigo, 18 novembre 2017 - Attimi di paura per una ragazza rodigina di 20 anni, vittima di una grave molestia lungo la pista ciclabile dell’Adigetto. L’ episodio si è verificato mercoledì scorso, attorno alle 19. La giovane stava facendo jogging lungo la pista ciclabile Baden Powell quando si è avvicinato un uomo in bicicletta che l’ha palpeggiata.

Il ciclista, secondo la descrizione della ragazza, un uomo vestito di nero a bordo di una bici scura con la sella ricoperta da un sacchetto di plastica bianco, ha infatti allungano la mano sul sedere della donna. Quest’ultima colta alle spalle di sorpresa e rimasta senza fiato dalla paura, ha trovato fortunatamente la forza di gridare per chiedere aiuto, mettendo così in fuga il malintenzionato.

Quest’ultimo è infatti subito scappato, facendo perdere le sue tracce. La ragazza, scioccata per l’accaduto, si è precipitata subito in questura per denunciare il molestatore. In queste ore in città e in particolare lungo la ciclabile dell’Adigetto è dunque caccia al maniaco, uno straniero di carnagione olivastra a bordo di una bici nera, con la sella ricoperta con un sacchetto bianco.

Non è escluso infatti che il maniaco colpisca ancora lungo la pista ciclabile, approfittando del fatto che il tratto non è sufficientemente illuminato e soprattutto della mancanza di telecamere di videosorveglianza. La raccomandazione della polizia è quella di segnalare persone sospette che si aggirano lungo la ciclabile e soprattutto di cercare di praticare sport sempre in compagnia.

Il ciclista dalle mani lunghe se individuato dovrà rispondere di violenza sessuale, in quanto il palpeggiamento è dalla legge compreso come reato.