Adria (Rovigo), 15 aprile 2017 - Una ragazza di 24 anni, Francesca Bisco, originaria di Adria, è stata trovata morta in un appartamento a Londra. Le cause del decesso sono ancora avvolte nel mistero e proprio per fare chiarezza la magistratura inglese ha disposto l'autopsia sul corpo della giovane.

La ragazza, di origine etiope, si era trasferita nella capitale britannica un anno e mezzo fa per studiare inglese e informatica. Viveva nel quartiere Dalston, a nord est della capitale, assieme ad altre studentesse. Per mantenersi lavorava in una paninoteca della capitale britannica. Sembra che da un po' di tempo la giovane vivesse un periodo di sofferenza psicologica, tanto che i genitori alcune settimane fa erano andati a trovarla a Londra e pare l'avessero trovata molto giù di morale. Per questo non è esclusa l'ipotesi di un gesto estremo da parte della giovane.

A trovare il corpo senza vita della 24enne è stata una delle coinquiline, che ha chiamato i soccorsi. Scotland Yard ha subito allertato le autorità italiane che hanno avvisato la famiglia, distrutta dal dolore.

Francesca era stata adottata da un ortopedico che lavora a Porto Viro e dalla moglie, un'insegnante di matematica del conservatorio di Adria. La famiglia ha quattro figli: tre femmine e un maschio. La 24enne aveva frequentato il liceo Bocchi di Adria, indirizzo psico-pedagogico, e un corso per infermiera a Rovigo, quindi aveva svolto il tirocinio all'ospedale di Adria.

La tragedia di Francesca segue quella di Carlotta Portieri, 28 anni, sempre originaria di Adria, trovata morta in Cina domenica scorsa, dopo un drammatico volo dal 19esimo piano di un grattacielo di Chengdu, città di 14 milioni di abitanti dove viveva con il fidanzato Stefano Sagredin. E' stato proprio il ragazzo a trovare il corpo della ragazza.