Rovigo, 9 settembre 2017 - Sono bastati circa 30 minuti per mandare in tilt la città di Rovigo. Strade invase dall’acqua, allagamenti nelle case, cornicioni dei palazzi crollati. Numerosi sono stati gli interventi da parte delle squadre dei vigili del fuoco che in quella manciata di minuti, a partire dalle 21,30 dell’altra sera, hanno ricevuto una pioggia di chiamate dai cittadini.

La violenta tempesta di acqua e vento che si è abbattuta sulla cittadina durante la serata di giovedì ha lasciato il segno. Per molti si tratta alla fine solo di disagi o di piccoli danni. Meno fortuna è invece toccata al quartiere Tassina. In via Vittorio Veneto, dove si trova il campo da baseball, il temporale ha colpito duramente l’impianto sportivo.

Una conta dei danni precisa ancora manca – dicono i dirigenti – ma è chiaro che si tratta di cifre importanti. Si parla per il momento di 3mila euro di danni, anche se un calcolo più preciso verrà fatto solo nelle prossime ore. La copertura dello stand utilizzato come zona pasti e cucina è stato strappato dalle violente raffiche di vento, rendendo necessaria una riparazione nel più breve tempo possibile. I lavori di sistemazione sono già iniziati e proseguono a pieno ritmo anche in queste ore. Ma sono anche altri i fronti su cui è necessario intervenire dopo il passaggio del nubifragio. La casetta di lamiera che conteneva diversi attrezzi è volata via assieme ad una parte della strumentazione. E ora deve essere comperata di nuovo. Solo di materiale si stimano all’incirca 500 euro di danni. Ad essere spazzata via anche la struttura a fianco, da rifare da zero a causa della copertura sfondata.

Danni anche al bar, la cui struttura esterna è stata in parte strappata via. Pure il tetto ha bisogno di una sistemata, che deve arrivare in fretta in vista dei prossimi appuntamenti che il baseball rodigino dovrà affrontare. La gabbia di battuta è stata recuperata, ma dall’altra parte del campo rispetto a dove si trovava. Inarcato anche il tunnel e la rete di protezione, aspetti che però preoccupano meno. Al momento, escludendo la manodopera che sarà, per quanto possibile, offerta dai ragazzi della società, si stima un esborso di circa 3mila euro. Nessuna preoccupazione invece per i volontari della festa della Tassina, che si svolgeva a pochi metri di distanza dal campo da baseball. Qui, a parte a qualche problema con l’acqua piovana, i volontari non hanno avuto altri disguidi.

Paura su corso del Popolo. A causa del maltempo che si è abbattuto sulla città nella nottata, ieri mattina all’altezza dei numeri civici 352 e 354, una parte di marciapiede era transennata. La causa: la caduta di un pezzo di cornicione che si è staccato dal tetto di un palazzo. La struttura si è violentemente schiantato al suolo ed è andata in frantumu. Per fortuna nessuno è rimasto ferito. Ma ora saranno fatti tutti gli accertamenti del caso prima della riapertura al transito dei pedoni.