Rovigo, 19 giugno 2017 - Il Delta sta lavorando sotto traccia per fare una grande squadra. A Porto Tolle nessuna volontà di ridimensionare un progetto che resta sempre quello: salire in Lega Pro. E a testimonianza di questo c’è stato l’interessamento per Gustavo Ferretti. Per alcune settimane i tifosi dell’Imolese sono stati sulla graticola. Quando un giocatore come Ferretti segna tanti gol, inevitabilmente arrivano le richieste da tutte le parti. Sul giocatore si sono mosse tante squadre, fra queste in particolare c’era il Delta Rovigo che ci ha provato in tutte le maniere. Alla fine la caparbietà del direttore sportivo rossoblù Filippo Ghinassi è riuscita ad avere la meglio, tanto che è arrivato il prezioso autografo del calciatore argentino che è rimasto a Imola.

In casa Adriese, intanto, dopo gli acquisti di Boscolo Berto, Andrea Dall’Ara e Pagan, per il ds Longato è tempo di annunciare chi degli alfieri granata della passata stagione calcherà il terreno del Bettinazzi anche nel 2017-18. Ecco i riconfermati: Milan, Ballarin, Matteo Dall’Ara, Arvia, Bellemo, Marangon.«Per gli altri ragazzi decideremo in settimana», dice Longato. Se della conferma del Pibe di Porto Tolle tutti sapevano, meno scontate si sono rivelate le permanenze dell’esperto numero uno (sarà la quarta stagione in granata per lui, farà da chioccia al giovane portiere in arrivo) e dei due chioggiotti, a dimostrazione della solidità del blocco lagunare.

Arvia (molto apprezzato da Mattiazzi) e Dall’Ara andranno a completare un reparto di centrocampo rafforzato dall’arrivo di Michael Pagan, «che - rivela Longato - è stato nominato miglior centrocampista del girone C dello scorso campionato. A proposito dei nuovi acquisti, Boscolo Berto è il numero uno tra i difensori centrali della serie D, e Dall’Ara, pur essendo giovane, ha già un’esperienza importante in categoria. E, particolare non da poco, è di Adria». Ancora in dubbio la permanenza dell’altro adriese Zanellato e di Di Bari (che si troverebbe chiuso da altri tre centrali). Sono giorni decisivi anche per bomber Cesca, la cui conferma passerà per l’accordo economico col presidente Scantamburlo.

«Per il nodo giovani invece - continua Longato - stiamo parlando con Padova, Cesena, Chievo e Spal. Mettiamo sul piatto della bilancia il nostro settore giovanile in grande crescita. Ne arriveranno cinque o sei. Ma, assieme a società e allenatore, siamo molto attivi e vigili». Come annunciato nei giorni scorsi, hanno lasciato l’Adriese Alessandro Castellan (ceduto al Levico Terme dopo quattro anni e più di 100 presenze in granata) e il giovane e promettente laterale Raffaele De Gregorio, finito al Matelica insieme a Luca Tiozzo.

Altri affari: il bomber del Porto Tolle Michele Grandi, più di 100 reti in carriera, giocherà nella prossima stagione nel Mesola. Mentre il difensore adriese Corrado passerà dal Crespino al Boara Pisani.