Bologna, 24 marzo 2015 - “Quanto è giovane il Carlino! Nell'età dei redattori, ma anche nello spirito. Questa è la cosa che mi  ha colpito di più e che certamente racconterò per prima di questa meravigliosa giornata da 'direttore per un giorno'”. Nonostante il nostro giornale abbia appena compiuto 130 anni (lo speciale), Cesare Cremonini (foto) ha amato la freschezza della redazione e delle pagine del quotidiano “monumento di Bologna” che oggi ha diretto eccezionalmente grazie all'iniziativa 'Direttore per un giorno' ideata proprio per festeggiare questo importante compleanno.

 

Giacca nera e camicia a fantasia, professionale con sfumature pop, il cantautore ha vissuto con grande energia e curiosità la sua giornata (video) alla guida del nostro quotidiano accolto dalla redazione e dal direttore Andrea Cangini. Anche a lui, come ai suoi predecessori (Martina Colombari, Alberto Tomba e Gianni Morandi), è stata regalata una copia storica del Resto del Carlino: “E' quella del giorno di nascita di mia madre, quando gliela darò si commuoverà certamente e state tranquilli che twitterò la foto del momento”. Così come con un tweet, prima di lanciarsi nell'avventura da direttore, ha invitato i suoi followers a studiare la storia del giornale della propria città: “Io l'ho fatto e l'ho trovato interessantissimo”, ha detto osservando la copia del primo numero del Carlino. “Ecco qua il famoso punto interrogativo del primo editoriale!”, esclama dimostrando di aver studiato davvero. Dalla copia del 21 marzo 1885 il direttore-cantautore non si è separato per tutto il tempo, attraversando la redazione, durante la visita alle rotative e nella riunione del Qn.

 

Come gli altri direttori per un giorno, anche Cremonini (guarda la video-intervistaha scelto di destinare l'assegno di 5mila euro, messo a disposizione da Banca di Bologna, a un ente benefico: si tratta di Interethnos, organizzazione di volontariato nata a Bologna nel 1988 che si occupa di chirurgia plastica ricostruttiva e rappresentata dal dottor Paolo Morselli.

Fra autografi dispensati generosamente, selfie e foto di rito, Cremonini non si è separato dai suoi vice: Michela Ambu, nostra lettrice e grande fan di Cesare, e Massimiliano Masetti, responsabile Private banking di Banca di BolognaIl direttore Cremonini ha fatto il pieno di emozioni ricordando la sua prima volta al Carlino “quando la carissima maestra Mantinovi mi ha fatto conoscere e amare il giornale di Bologna che da 15 anni è il mio mezzo preferito per parlare alla mia città”.

L'avventura dei direttori per un giorno non finisce qui. Dalla musica si passa alla tavola: il 9 aprile sarà il re della cucina Bruno Barbieri a guidare il nostro giornale. Anche lui sarà affiancato nell'impresa da un paio di ‘vicedirettori per un giorno’. Uno verrà scelto dalla Banca di Bologna – media partner per queste iniziative – l’altro sarà selezionato dallo stesso chef tra i nostri lettori. Per questo cerchiamo una persona che apprezzi il suo impegno umanitario e che voglia vivere l’emozione di una giornata nella redazione on line di un grande quotidiano. Se vuoi essere tu quella persona, scrivi una mail entro il 3 aprile a questo indirizzo: 130@ilrestodelcarlino.it. Ricordatevi di indicare nell’oggetto ‘Direttore per un giorno-Bruno Barbieri’ e nel testo il nome, cognome e numero di telefono e soprattutto la motivazione che vi porta a partecipare.  

 

Annalisa Uccellini

Partner