Bologna, 21 giugno 2017 - Che cos'è Bologna Experience, a palazzo Belloni fino all’8 ottobre? "Posso dirvi cosa non è - ha detto Beppe Boni, vicedirettore de il Resto del Carlino, durante l'Open day organizzato oggi pomeriggio nella biblioteca dell'Archiginnasio -. Non è una mostra, né una rassegna, men che meno un parco giochi, bensì una vera e propria esperienza, nata per coinvolgere chi partecipa, attraverso una parte emozionale, fatta di voci e umori e tramite la multimedialità, con cui si partecipa all’informazione e al prodotto".

Sono tante le voci autentiche, tutte bolognesi, che si sono unite per dare vita al racconto della vera Bologna, con episodi, sketch e dettagli folkloristici. Tra i tanti Giancarlo Roversi, storico, giornalista ed esperto della tradizione culinaria bolognese, Duccio Caccioni del Caab, Roberto Colombari storico e romanziere e infine lo scrittore Danilo Masotti, presenti all'incontro di oggi pomeriggio.

Tra gustosi cibi quali lasagna e mortadella e aneddoti su umarell e cinni, gli ospiti hanno invitato i presenti ad entrare in 'Bologna Experience'. E per i giovani sono in programma tre nuove proposte formative che, dato il periodo dell’anno, saranno momentaneamente rivolte a centri estivi e famiglie: “il menù della zdaura”, per raccontare lo spirito bolognese attraverso la cucina e con un’attività laboratoriale in un ristorante alla scoperta di ingredienti segreti e fondamentali; “archi e colonne di Bologna”, con una visita animata alla mostra e un laboratorio creativo per creare un portico bolognese pop-up. Infine, “Bologna Experience Lab”, con visita a palazzo Belloni e al Cà la Ghironda Art museum, a cui si aggiunge un’esperienza di pittura en plein air su Bologna centro storico e città metropolitana.