In novembre continua la stagione di Danza del Teatro Comunale di Ferrara, e in particolare la sezione dedicata alla danza contemporanea.

Tornerà nella città estense il pluripremiato coreografo Wayne McGregor con Autobiography (domenica 5 novembre): nella combinazione di biografia, documentario ed elaborazione dei codici della natura attraverso la danza, McGregor sperimenta un percorso del tutto inesplorato per interrogarsi sulla sua stessa vita e trasformarla in “oggetto” artistico.

A seguire le performance di Fuoristrada: due serate fuori abbonamento dedicate alla giovane danza d’autore nell’ambito del progetto ANTICORPI. Protagonisti di quest’anno saranno, nella prima serata di giovedì 9 novembre, Olimpia Fortuni con Fray, rappresentazione della meraviglia di un corpo danzante nel suo viaggio dentro e fuori di sé; Ginevra Panzetti ed Enrico Ticconi con Jart, un’esplorazione del tema del giardino come luogo di incontro-scontro tra uomo e natura; e Diego Tortelli che con Pasyphae evoca atmosfere aliene che destrutturano ogni possibilità di lettura lineare della coreografia. Nella seconda serata, venerdì 10 novembre, Camilla Monga in Quartetto per oggetti disegna una coreografia in cui 13 oggetti vengono utilizzati come attrezzi coreografici; Siro Guglielmi presenta Pink Elephant, come spiega lo stesso autore, “una danza compiuta attorno all’oggetto amato, al fine della sua ricerca e del suo desiderio”; infine Francesco Colaleo in Chenapan (venerdì 10 novembre), propone un lavoro che,  liberamente ispirato ai comici Stanlio e Ollio e ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, mette in scena i giochi di una volta.


Concluderà il Focus dedicato all’Africa Seydou Boro, danzatore e coreografo proveniente dal Burkina Faso, impegnato nella prima italiana di Le Cri de la Chair (24 novembre), pièce per cinque danzatori e due musicisti in cui si riflette sulle catastrofi contemporanee e sulle tracce indelebili che lasciano nel corpo e nella mente degli uomini.

Si chiude anche Gong, progetto costruito, nel decennale della fondazione, dalla compagnia residente CollettivO CineticO diretta da Francesca Pennini: l’ultimo appuntamento - L’acqua intrappolata scorre all’indietro – sarà allestito negli Imbarcaderi del Casello Estense il 25 novembre.


A cura di Teatro Comunale di Ferrara