Da molti anni il Teatro Comunale di Ferrara si segnala per l’attenzione che riserva al mondo dei bambini offrendo alle scuole e alle famiglie una programmazione “dedicata” di particolare interesse. In questa cornice come ogni anno viene proposta la rassegna domenicale dedicata alle famiglie Se una domenica d’inverno un bambino…, con sei appuntamenti in calendario da novembre 2017 a febbraio 2018, un’occasione di scoperta del teatro vissuta dal bambino in un rapporto diretto con i genitori. Tutti gli spettacoli sono ospitati al Teatro Boldini e hanno inizio alle 15.30.

Si comincia con Zuppa di Sasso della compagnia Tanti Cosi Progetti di Danilo Conti e Antonella Piroli, in scena domenica 26 novembre. Lo spettacolo, che prende spunto da un’antica favola, si rivolge ai bambini dai 3 agli 8 anni e si avvale della tecnica della narrazione orale, utilizzando come supporto burattini, marionette, maschere a cui l’attore darà corpo e voce conducendoli verso la festosa cena finale.

La rassegna continua con Becco di rame - tratto dal libro di Alberto Briganti, adattamento di Ira Rubini - che sarà in scena domenica 3 dicembre. Questo lavoro racconta, con la magia del teatro d'animazione su nero, la vera storia di Becco di Rame, un’oca di Tolosa che una notte, per proteggere l’aia e il pollaio, in una lotta furiosa con una volpe, perde la parte superiore del proprio becco rischiando così la vita. Il veterinario del paese, il dottor Briganti, le crea una protesi di rame che le permetterà di continuare a vivere una vita normale nonostante la disabilità acquisita.

Cosa serve per essere un genitore perfetto? È la domanda che aprirà Mai grande…un papà sopra le righe, portato in scena con la tecnica del teatro d’attore domenica 10 dicembre dalla compagnia Arione - de Falco, storia di quanto è difficile capirsi tra figlie e genitori e di come, per farlo, sia necessario affrontare la cosa più bella e complicata del mondo: stare insieme.

Si prosegue, domenica 14 gennaio con Nido, una produzione del Teatro del Telaio. Consigliato dai 3 anni, lo spettacolo è il terzo capitolo di una "trilogia degli affetti" dedicata ai più piccoli che sperimenta un linguaggio teatrale senza parole e con pochi oggetti. Nido vuole parlare ai bambini di come i loro genitori li hanno attesi, con gioia e trepidazione, preparando con tutta la loro cura e il loro amore il posto giusto in cui farli crescere.

Domenica 21 gennaio è la volta di Biancaneve, la vera storia, consigliato a partire dai cinque anni. Messo in scena dal maestro Michelangelo Campanale, lo spettacolo nel confronto con la perfida madre e Biancaneve, pone al centro il tema della vera bellezza che non risiede nell’aspetto esteriore, ma nella profondità dell’essere umano. Biancaneve porta per mano i bambini “dietro le quinte” della storia, lì dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni.

La rassegna si conclude domenica 4 febbraio con I racconti di Gloria, di e con Claudio Milani. Una sedia, una scatola ed una particolare abilità narrativa: questi sono gli ingredienti di questo spettacolo. Claudio Milani estrae da Gloria, la scatola dei racconti, una serie di ingredienti con cui imbastisce le storie che racconta, portando il pubblico, coinvolto attivamente, a vivere di volta in volta avventure nuove e diverse. Per informazioni: tel. 0532 202675 – www.teatrocomunaleferrara.it

A cura di Teatro Comunale Ferrara