{{IMG_SX}}Ancona, 12 dicembre 2008 - Sei gol nella partitella in famiglia contro gli allievi, ma della formazione che scenderà in campo al 'Braglia' neanche l’ombra. Francesco Monaco si diverte a mescolare gli uomini, anche perché sta studiando un po’ di soluzioni. Soprattutto in difesa. Intanto conta di recuperare Sirigu che, anche ieri, non si è allenato per l’influenza.

 

Per lunedì c’è ancora tempo comunque. E dietro rientrano Comazzi e Rincon. Monaco non ha ancora deciso se dare fiducia a Masiero che è andato tremendamente in difficoltà contro Degano o dirottare a destra Rincon che, da terzino però, non ha un trascorso così brillante in questa stagione. Se Rincon andasse a fare il terzino, sarebbero Comazzi e Olivieri (ancora in evidente fase di rodaggio dopo l’infortunio) a formare l’accoppiata centrale. Altrimenti Masiero a destra e Rincon al centro con Comazzi.

 

A centrocampo non ci saranno figure geometriche particolari, molto probabilmente Monaco opterà per una linea retta formata da Surraco, Catinali, De Falco e Siqueira. Surraco si è meritato il ritorno tra i titolari dopo la prova contro il Pisa: è entrato a venti minuti dalla fine, ha regalato l’assist a Nassi per il gol e ha anche segnato. Così Soddimo dovrebbe riaccomodarsi in panchina. Nella partitella di ieri si è rivisto anche Miramontes, che ha firmato il primo gol, ma l’argentino al massimo potrebbe finire nella lista dei convocati. Improbabile che Monaco lo porti in panchina. In attacco fiducia, ovviamente, a Nassi e a Mastronunzio.

 

Bella la sfida tra le due coppie d’attacco. Da una parte ci sono Alessandro Noselli e Riccardo Zampagna, due che conoscono molto bene la serie B e dall’altra Maurizio Nassi e Salvatore Mastronunzio, considerati come la coppia emergente. Finora la sfida nella sfida è a favore degli attaccanti dell’Ancona: i due dorici hanno messo a segno insieme 16 gol, Zampagna e Noselli sono fermi a quota 13. Mastronunzio è da oltre un mese che non va più in gol e anche nella partitella di ieri è rimasto a secco. Proverà a sbloccarsi a Modena contro una big di questo campionato perché, a parte lo status di matricola, il Sassuolo ha tutto per recitare un ruolo da protagonista in questa serie B.

 

Oggi intanto un’altra seduta d’allenamento. Monaco cercherà di recuperare Sirigu, confidando che il portiere abbia smaltito l’attacco influenzale. Altrimenti se Sirigu non dovesse farcela, tornerebbe Da Costa tra i pali. L’ultima prova del portiere brasiliano risale alla partita contro il Modena dello scorso ottobre, quando i dorici vinsero per 3-1.