{{IMG_SX}}Ravenna, 3 giugno 2009. “lâ ilahâ illâ”. Nenia, comandamento, parola danzante: un suono dolce che tutti ci accomuna: non c’è altro Dio che Dio.

E’ la preghiera il cuore pulsante  di Ravenna Festival 2009, l'anelito che, al di là di ogni credo, sale dall’anima di ogni uomo e che viene a segnare questa ventesima edizione come approdo di un percorso che sempre ha cercato di indagare la dimensione spirituale

Dal 14 giugno al 18 luglio la rassegna si raccoglie attorno al versetto del poeta mistico sufi del Duecento Maulana Gialal ad-DinRumi: “Quando ti sento arrivare il mio cuore danza, le mie braccia si aprono”. Lo stesso poeta cui è dedicato uno degli appuntamenti centrali del cartellone: il nuovo spettacolo di teatro musicale di Robert Wilson, "Rumi. In the blink of the eye", per la prima volta in Italia, che esplora il senso del divino ben oltre la religione. Come del resto fanno i Monaci buddhisti del Tempio Shaolin che, coniugando l’antica danza guerriera, nata in Cina 1500 anni fa ai piedi del monte sacro Son Shang, alla fertile curiosità del coreografo e danzatore Sidi Larbi Cherkaoui, portano in scena Sutra, preghiera appunto.


La dimensione spirituale si apre però alla gioiosa e popolare aria di festa che si impone in uno dei musical di maggiore successo degli ultimi anni: "Mamma Mia!", allestito sulle travolgenti canzoni degli Abba con la raffinata regia dell’anglosassone Phyllida Lloyd. Per poi tornare ad innervare di sé anche gli spazi più “tradizionali” del cartellone, come quello sinfonico: Christoph von Dohnanyi dirige l’Orchestra dell’Opera di Parigi nell’Offertorio della russa Sofia Gubaidulina e nella Quinta di Čajkovskij, mentre Pierre Boulez con l’Orchestre de Paris interpreta la Sinfonia dei Salmi di Stravinskij e la Messa Glagolitica di Janácek.

Centrale rimane sempre la presenza di Riccardo Muti (nella foto) che, oltre al consueto concerto con l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino per le “Vie dell’Amicizia” – la meta è quella stessa Sarajevo che nel ’97 segnò l’inizio di questa straordinaria avventura di pace -, salirà sul podio della “Cherubini” proseguendo nel percorso mirato alla riscoperta della Scuola napoletana del Settecento con il Demofoonte, opera di Jommelli in scena al Teatro Alighieri, e con la Missa Defunctorum di Paisiello nella suggestiva cornice della Basilica di Sant’Apollinare in Classe. Al di fuori poi di ogni facile classificazione si incontrano sullo stesso palco due grandi della tastiera: Lang Lang ed Herbie Hancock.

La danza riveste un ruolo di primo piano: con Matthew Bourne, anticonvenzionale come sempre nella rilettura del mito moderno di Dorian Gray, in prima italiana; con una delle principali compagnie della scena contemporanea statunitense, l’Hubbard Street Dance Chicago; poi con Virgilio Sieni che, con Oro, costruisce per il Festival un percorso poetico in 4 piéces, incentrate sulla preziosità del gesto come evocazione del tempo; e, infine, con un grande “gala” dedicato a Maja Plisetskaja, con étoiles e solisti del Teatro Bolshoi di Mosca ed il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo.

Mentre la tensione mistica si scioglierà nel raccoglimento della preghiera con le liturgie domenicali, in un itinerario musicale che dalle più antiche messe su cantus firmus giunge fino alle arie sacre di Händel.
 

ED ECCO IL PROGRAMMA

 


Domenica 14 giugno
Darsena di Città, ore 21.30
Omaggio a Georg Friedrich Händel nel 250° anniversario della scomparsa
Water Music
Music for the Royal Fireworks
Orchestra Barocca Zefiro
Alfredo Bernardini oboe e direzione
Fuochi d’artificio realizzati da Pirotecnica Benassi

Lunedì 15 , martedì 16, mercoledì 17, giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20 giugno
PalaFiera di Forlì, ore 21
Benny Andersson & Björn Ulvaeus’
Mamma Mia!
The Smash hit Musical based on the songs of ABBA
Tour Internazionale
libretto di Catherine Johnson
regia di Phyllida Lloyd

in lingua originale con sovratitoli in italiano

 

 

Martedì 16 giugno - inaugurazione ore 18.30
Sala Dantesca della Biblioteca Classense
(dal 16 giugno al 18 luglio)
Bianco Nero Piano Forte
Installazione ‘site specific’
progetto Mara Cantoni, Luigi Ceccarelli, Silvia Lelli, Roberto Masotti

 


-

Martedì 16 giugno
Chiostri della Biblioteca Classense, ore 21.30
Bianco Nero Piano Forte – Evento 1
Il Futurismo ha cent’anni
The Bad Boys of Piano
Daniele Lombardi pianoforte
musiche di Alberto Savinio, Arthur Lourié, Alfredo Casella,
Aleksandr V. Mosolov, Silvio Mix, Franco Casavola, Aldo Giuntini,
George Antheil, Henry Cowell

 

-

Mercoledì 17 giugno
Giardini di San Vitale, ore 21
...c’è un luogo, incontriamoci là...
Voci nella preghiera
con Massimo Cacciari, Sœur Marie Keyrouz, Naseer Shamma
ideazione e regia Cristina Mazzavillani Muti

 

-

Giovedì 18 giugno
Chiostri della Biblioteca Classense, ore 21.30
Bianco Nero Piano Forte – Evento 2
Ragapiano
Fabrizio Ottaviucci pianoforte
musiche di Terry Riley, Giacinto Scelsi e Fabrizio Ottaviucci


-

Venerdì 19, sabato 20 (15.30 e 21) e domenica 21 (15.30 e 21) giugno
Teatro Alighieri, ore 21
Matthew Bourne’s Dorian Gray
direzione e coreografia Matthew Bourne
musica Terry Davies
scenografia e costumi Lew Brotherston
luci Paule Constable
Produzione New Adventures
Prima rappresentazione italiana

 

-

Lunedì 22 giugno
Chiostri della Biblioteca Classense, ore 21.30
Près du soleil
Il canto degli uccelli nei madrigali e virelais del Medioevo
Ensemble Santenay
Julla Schmidt voce e organetto
Elodie Wiemer flauti diritti
Szilárd Chereji viella
Orí Harmelin liuto
musiche di Jeham Vaillant, Donato da Cascia, Jacopo da Bologna,
Paolo da Firenze, Matteo da Perugia, Jaquemin de Senleches

 

-

Martedì 23 giugno
Chiostri della Biblioteca Classense, ore 21.30
Solisti dei Wiener Philharmoniker
Wolfgang Schulz flauto
Franz Bartolomey violoncello
Xavier de Maistre arpa
musiche di Joseph Haydn, Christoph W. Gluck,
Henriette Renié, Gabriel Fauré, Maurice Ravel

 


Mercoledì 24 giugno
Chiostri della Biblioteca Classense, ore 21.30
Bianco Nero Piano Forte – Evento 3
Re: Pasolini
Stefano Battaglia pianoforte
Dedicato a Pier Paolo Pasolini


-

Giovedì 25 giugno
Rocca Brancaleone, ore 21.30
Scherza coi fanti ma lascia stare i Santi
Duel
Laurent Cirade violoncello, sedia a sdraio,
didjeridoo, sega elettrica, percussioni, voce ecc.
Paul Staïcu pianoforte, melodia, sega, percussioni, voce, ecc.
Mise en scene Agnés Boury

 

-

Venerdì 26 giugno
Palazzo Mauro de André, ore 21
Gino Paoli: Canzoni nel cinema
Progetto musicale di Danilo Rea
Gino Paoli, Diana Torto voci, Danilo Rea pianoforte,
Marco Tamburini tromba, Marcello Siringano violino,
Franco Testa basso, Ellade Bandini batteria
Video immagini realizzate da Promusic - Reggio Emilia


-

Sabato 27 giugno
Palazzo Mauro de André, ore 21
Orchestre de l’Opéra National de Paris
direttore Christoph von Dohnanyi
Arabella Steinbacher violino

 

Domenica 28 giugno
Basilica di Sant’Apollinare in Classe, ore 21
La scuola napoletana
Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
La Stagione Armonica
direttore Riccardo Muti
Sergio Balestracci maestro del coro
Beatriz Diaz soprano
Anna Malavasi mezzo soprano
Francisco Gatell tenore
Nahuel Di Pierro basso

 

Lunedì 29 giugno
Palazzo Mauro de André, ore 21
Orchestre de Paris
Chœur de l’Orchestre de Paris
direttore Pierre Boulez
Melanie Diener soprano
Anna Stephany mezzo soprano
Simon O’Neill tenore
Peter Fried basso
Geoffroy Jourdain, Didier Bouture maestri del coro
 

 

-

Martedì 30 giugno
Basilica di Sant’Apollinare in Classe, ore 21
In Templo Domini
Omaggio a Joseph Haydn nel bicentenario della scomparsa
La Creazione
(Die Schöpfung Hob. XXI: 2)
nella traduzione italiana di Giuseppe Carpani (1808)
Orchestra di Padova e del Veneto direttore Mattia Rondelli
La Stagione Armonica direttore del coro Sergio Balestracci
Valentina Coladonato soprano
Mark Milhofer tenore
Sergio Foresti basso


-

Mercoledì 1 luglio
Teatro Rasi, ore 21.30
Diamanda Galas
Prayers for the Infidel


-

Giovedì 2 luglio
Basilica di San Vitale, ore 21
Heinrich Ignaz von Biber
Rosenkranz Sonaten
Sonate sui Misteri del Rosario
Riccardo Minasi violino
Ensemble Musica Antiqua Roma


-

Venerdì 3, domenica 5, martedì 7 luglio
Teatro Alighieri, ore 20.30
La scuola Napoletana - Niccolò Jommelli (1714-1774)
Demofoonte
Dramma per musica in tre atti
libretto di Pietro Metastasio (Ut Orpheus Edizioni, Bologna)
Demofoonte Dimitri Korchak, Marcello Nardis
Dircea Maria Grazia Schiavo, Barbara Bargnesi
Timante Josè Maria Lo Monaco, Giacinta Nicotra
Matusio Antonio Giovannini, Nicola Marchesini
Creusa Eleonora Buratto, Auxiliadora Toledano
Cherinto Valentina Coladonato, Irini Kirakidou
Adrasto Valer Barna-Sabadus, Pamela Lucciarini
direttore Riccardo Muti
regia Cesare Lievi
scene Margherita Palli costumi Marina Luxardo luci Luigi Saccomandi
Orchestra Giovanile Luigi Cherubini


-

Sabato 4 luglio
Palazzo Mauro de André, ore 21
Soirée Maja Plisetskaja
Ave Maja
con étoile e primi ballerini del Teatro Bol’soj di Mosca
e Mariinskij di San Pietroburgo
Maja Plisetskaja, Marija Aleksandrova, Nicolaj Tsiskaridze, Ilze Liepa, Andrej Merkur’ev, Artem Ovčarenko, Anastasja Gorjačeva,
Ekaterina Osmolkina, Michail Lobuchin
La serata si concluderà con Ave Maja,
il ‘solo’ dedicato da Maurice Béjart a Maja Plisetskaja
e danzato dalla stessa étoile

-

Sabato 4 luglio
Basilica di San Vitale, ore 21
In Templo Domini
O Quam Pulchra

Graciela Gibelli soprano
Vittorio Ghielmi viola da gamba
Riccardo Doni organo
musiche di Girolamo Frescobaldi, Giacomo Carissimi, Giovanni Battista Fontana, Diego Ortiz, Ignazio Donati, Antoine Forqueray, Marin Marais, Carl Friedrich Abel, Georg Friedrich Händel

-

Lunedì 6 luglio
Chiesa di Sant’Agata Maggiore, ore 21
Un Libro de Horas de Isabel La Católica
Odhecaton
direttore Paolo Da Col

-

Martedì 7 luglio, mercoledì 8 luglio
Molino Lovatelli, ore 19 e 21.30
Compagnia Virgilio Sieni
Oro
Quattro pièces: un ciclo di coreografie dal “De rerum natura” di Lucrezio
Tenue discorso sugli astri
Brina la fredda mente dei cervi
Quiete la quiete apparente dei corpi
Sottile istante di tempo
di Virgilio Sieni

 

Martedì 7 luglio
Rocca Brancaleone, ore 21.30
Musica&Visioni I
Per Michelangelo Antonioni
Giorgio Gaslini e le sue musiche per il film “La notte” (1960)
Giorgio Gaslini pianoforte, composizioni, arrangiamenti e direzione musicale
Roberto Bonati contrabbasso
Roberto Dani batteria e percussioni
Sequenze de La Notte a cura di Francesco Leprino

 

Mercoledì 8 luglio
Rocca Brancaleone, ore 21.30
Musica&Visioni II
Omaggio a Fritz Lang
Metropolis (1927)
musicato dal vivo da Danilo Rea e Rita Marcotulli, pianoforti

 

Giovedì 9 luglio
Rocca Brancaleone, ore 21.30
Bianco Nero Piano Forte – Evento 4
Misha Mengelberg pianoforte
Joanna MacGregor pianoforte


-

Venerdì 10 luglio
Teatro Alighieri, ore 21
Ensemble di Micha van Hoecke
Le Baccanti
da Euripide
coreografia di Micha van Hoecke
con Chiara Muti e Pamela Villoresi

 


Sabato 11 luglio
Palazzo Mauro de Andrè, ore 21
Hubbard Street Dance Chicago
direttore artistico Jim Vincent
coreografie di Jim Vincent, Nacho Duato, Alejandro Cerrudo, Ohad Naharin

 

-

Domenica 12 luglio
Palazzo Mauro de André, ore 21
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
direttore Riccardo Muti
Piero Monti maestro del coro
Daniela Barcellona contralto
Johannes Brahms Rapsodia per contralto, coro maschile e orchestra op. 53
Schicksalslied
(Canto del destino) op. 54
Ludwig van Beethoven Terza Sinfonia in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”


-

Lunedì 13 luglio
Olympic Hall Zetra, Sarajevo
Un ponte di fratellanza per le vie dell’amicizia attraverso l’arte e la cultura
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
direttore Riccardo Muti
Piero Monti maestro del coro
Daniela Barcellona contralto
Coro della Scuola di Musica "Amadeus"
Coro dell'Accademia Musicale di Istocno Sarajevo
Coro "Iskre" di Tuzla
Coro dei bambini di Srebrenica
Coro "Pontanima" di Sarajevo
Johannes Brahms Rapsodia per contralto, coro maschile e orchestra op. 53
Schicksalslied (Canto del destino) op. 54
Ludwig van Beethoven Terza Sinfonia in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica”

 

-

Martedì 14 luglio
Palazzo Mauro de André, ore 21
Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Orchestra Giovanile Italiana
direttore Nicola Paszkowski
Sharon Isbin chitarra

 

-

Mercoledì 15, giovedì 16, venerdì 17 luglio
Teatro Alighieri, ore 21
Rumi. In the Blink of the Eye
basato su un’idea originale di Robert Wilson e Kudsi Erguner
regia, scene e ideazione luci Robert Wilson
musiche e direzione musicale Kudsi Erguner


-

Venerdì 17 luglio
Palazzo Mauro de André, ore 21
Sutra
Con i monaci buddisti del Tempio Shaolin
coreografia di Sidi Larbi Cherkaoui
visual design Antony Gormley
musica di Szymon Brzóska

 

-

Sabato 18 luglio
Palazzo Mauro de André, ore 21
Concerto di chiusura
Herbie Hancock & Lang Lang
Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
Orchestra Giovanile Italiana
direttore John Axelrod
 

 

PREVENDITE biglietti


- Biglietteria del Festival (tel. 0544 249244)
- on-line dal sito www.ravennafestival.org
- Cassa di Risparmio di Ravenna
- Circuito Vivaticket www.vivaticket.it
- Circuito TicketOne www.ticketone.it
- Box Office Ravenna Live, via G. Rasponi 9 (tel. 0544 36477)
- IAT Ravenna, via Salara 8 (tel. 0544 482838)