Cantiano-Anconitana, una fase di gioco (foto Pisciolini)
Cantiano-Anconitana, una fase di gioco (foto Pisciolini)

Cagli, 20 gennaio 2019 - L'Anconitana coglie l'attimo e alla seconda giornata di ritorno va in fuga. A Cagli i biancorossi annullano il Cantiano con un netto 4-1 e sfruttano il mezzo passo falso della Vigor Senigallia (2-2 sabato pomeriggio sul campo del Villa Musone, ndr) per allungare in testa alla classifica a +7. Un margine di sicurezza, un margine che probabilmente equivale alla possibilità dei dorici di prendere il largo.

Pronti via e la formazione di Nocera va già in vantaggio con il gol 101 di Mastronunzio, il dodicesimo in campionato, su assist al bacio di Piergallini. Il Cantiano però non ci sta e pareggia con un calcio di rigore trasformato da Bucefalo e concesso dal direttore di gara per un intervento troppo irruente di Mercurio in area di rigore.

L'illusione degli uomini di Luchetti dura però solo tre minuti, il tempo che ci mette Zaldua a riportare avanti l'Anconitana con un colpo di testa sotto l'incrocio. Nella ripresa il Cantiano ha una chance per il pari, poi a dieci dalla fine è Mercurio a farsi perdonare e chiudere la pratica con un tap-in sotto misura sugli sviluppi di un corner. C'è spazio anche per la gioia di Bartoloni che appena entrato, lanciato in profondità da Mastronunzio, fa poker e trova la prima marcatura personale.