Mastronunzio, capitano dell'Anconitana (Foto Emma)
Mastronunzio, capitano dell'Anconitana (Foto Emma)

Ancona, 24 dicembre 2018 - Se due indizi fanno una prova, allora l'Anconitana sta attraversando il suo primo periodo di flessione. Nulla di eccezionale, nell'arco di una stagione ci stanno alti e bassi. Più che altro l'eco del pareggio di Cattolica contro il Gabicce Gradara riporta l'entusiasmo della Vigor Senigallia che da quattro punti è passata a soli due di distacco. Non è bastato infatti il ritorno al gol di capitan Salvatore Mastronunzio per sfangarla. Il suo settimo centro stagionale, il novantaseiesimo della sua storia biancorossa, aveva illuso che anche questa pratica poteva essere chiusa con relativa semplicità.

E invece il Gabicce Gradara, organizzato e sempre sul pezzo, ha approfittato della giornata sbiadita del quotato avversario, pareggiando grazie a un gol di Passeri nella ripresa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Gabicce Gradara ha meritato il pareggio e l'Anconitana è chiamata a una riflessione su un calo fisiologico, peraltro comprensibile, visto che alla fine del 2018 manca solo una partita. Che però non si può sbagliare: sabato prossimo al Diana contro l'Osimo Stazione.