Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Sassoferrato, torna la rievocazione storica della Battaglia delle Nazioni / FOTO

Spettacoli, duelli e archeo-gastronomia per raccontare la storia, un comprensorio e la sua gente

Ultimo aggiornamento il 25 luglio 2018 alle 17:29
Rievocazione storica

Sassoferrato, 25 luglio 2018 - Lucidate di nuovo gli elmetti, affilate spade e preparate frecce. Dal 27 al 29 luglio tra Castello e Parco Archeologico Sentinum di Sassoferrato, duecento rievocatori ricorderanno il conflitto  che, nel 295 a. Coinvolse tutte le popolazioni dell'antichità del Centro Italia, dove i Romani con i Piceni affrontarono un'alleanza composta da Etruschi, Sanniti, Galli Senoni, Umbri.  Due gli spettacoli: il tradimento degli Etruschi nella splendida e suggestiva cornice delle antiche terme romane sabato alle 21 e domenica alle ore 18, la battaglia e la devotio di Decio Mure, il comandante dell'esercito romano che si immolò per ottenere in cambio della propria vita la salvezza e la vittoria dei suoi uomini. Manifestazione inserita nel programma della “Frasassi Experience” e sede di tappa del “Grand Tour delle Marche”.
 
Curiosa e speciale, la cena  in Castello, venerdì 27 luglio, il primo dei tre giorni dedicati alla III rievocazione storica della Battaglia del Sentino intreccia cultura e cucina e propone un'esperienza di archeo-gastronomia originale sotto l'occhio attento della Soprintendenza archeologica delle Marche. Vuole raccontare una storia millenaria con i cibi e le pietanze rivisitate in una chiave moderna con il supporto degli artigiani sassoferratesi, dei produttori del comprensorio e quello del “Paniere dei prodotti del territorio” del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi”.  Un menù originale a base di farro, fave, miele, marmellate, formaggi, pani, dolci, vino doc e birre artigianali ed una “insicia” tutta da scoprire.
 
Organizzata dall' Amministrazione comunale e dalla Pro Loco, in collaborazione con la cooperativa Happennines, questa Terza edizione della Rievocazione storica della Battaglia è l'occasione per rileggere la storia ambientata nel suo paesaggio con una regia affidata a “Ad Pugnam Parati”, costola della Federazione Evropantiqva che fa scendere in campo gruppi storici importanti.

Per rappresentare Roma, da Fano, la “Colonia Iulia Fanestris” e da Villadose “Legio I Italica” i Galli provengono da Verona e sono “Fianna apPalug”;  da Vimercate, il “Popolo di Brig”; da Vicenza “Suliis as Torc”;  da Milano Teuta Insubris; da Padova, Teuta Cenomanes;  da Pesaro,  Teuta Senones Pisaurenses; da Bologna, “Teuta Nertobacos”; da Reggio Emilia, “Antumniates” e da Ferrara, “I lingones”. Mentre i Sanniti vengono da Corfinio e sono i  Safinim, da Taranto, i Cavalieri de li Terre Tarentine. La cavalleria viene da Luzzara ed è la Quadrigesima Turma.
 
Per visitare gli accampamenti dei Galli Sennoni, dei Sanniti e il Castrum Romano, appuntamento sabato dalle 16 alle 21 e domenica dalle 10 fino alle 17. I rievocatori spiegano armamenti, forgia, conio, la lavorazione dei metalli ma anche la tessitura, la medicina, la cucina, i giochi e i passatempi, la cosmesi, le fortificazioni.  
Sabato alle 18, in diretta, l'addestramento della katerva dei Galli, della falange Etrusco-italica e dei manipoli dei Romani.  Alle 19, la cavalleria Gallica e Romana, evoluzioni e manovre equestri.  
 
Tre i momenti d'approfondimento: venerdì  21, ex chiesa di San Giuseppe, un incontro sul “cibo dei romani” con il presidente della condotta slow food di Jesi, Gianfranco Mancini; sabato, alle 17 nel Sentinum Bistrò, incontro con Mauro Fiorentini, autore del libro “I guerrieri Piceni” e domenica sempre alle 17, conferenza “Da plebei a patrizi, vita dei Deci Mure” a cura di Emanuele Viotti, associazione “Ad Maiora Vertite”.
 
Infine, focus sulla serata del venerdì 27 dove saranno presenti anche in degustazione i produttori del “Paniere del Parco”. Prevede una cena con il legionario, spettacoli di duelli, scontri e racconti anche se la narrazione vera è affidata ad un archeo-menù rintracciato nei prodotti tipici del comprensorio e studiato con la Sovrintendenza archeologica delle Marche.

Info pagina fb : Proloco Sassoferrato .- Iat 0732 956257
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.