Quotidiano Nazionale logo
10 dic 2019

Capodanno 2020 Ancona, ecco gli Aprés La Classe

La band salentina in concerto aspettando la mezzanotte, prima e dopo il dj set. L’assessore Marasca: "Si prosegue con la qualità, spingendo sul clima di festa"

raimondo montesi
Il gruppo salentino degli Apres La Classe in concerto per l’ultimo dell’anno
Il gruppo salentino degli Apres La Classe in concerto per l’ultimo dell’anno

Ancona, 11 dicembre 2019 - Entra nel vivo il Natale anconetano. Da questo fine settimana al 6 gennaio in città si potrà vivere la tipica atmosfera che solo la festa più attesa dell’anno sa creare. La maggior parte degli eventi si terranno nelle quattro piazze principali: Roma, Cavour, del Papa e Pertini.

Quest’anno il Comune si è mosso d’anticipo, tra luminarie, mercatini e l’ormai classica ruota panoramica. Il salotto dorico, piazza del Papa, ancora una volta è stato scelto per ospitare la festa di San Silvestro. A far scatenare le centinaia di persone che qui si ritroveranno per salutare il nuovo anno e dire addio a quello vecchio saranno gli Aprés La Classe. Si tratta di una delle band più ‘dinamiche’ del panorama indipendente italiano.

Si annuncia un concerto tutto da ballare, ricco di energia e sonorità mediterranee, reggae e ska. Non a caso siamo di fronte a una delle più talentuose formazioni di quel Salento che da anni è uno dei centri musicali più interessanti e movimentati d’Italia. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 22.45 e si concluderà a tarda notte. Prima e dopo il live sono previsti djset a tema creati in territorio anconetano e rappresentativi della realtà della nostra vita notturna: dopo Vodkatronic e Tales, infatti, tocca al Decibel Social Club arricchire la proposta musicale, introdurre la band e continuare a far ballare la gente sino alla chiusura della festa.

«Ci rivolgiamo a tutti – dice l’assessore alla cultura Paolo Marasca – anche se il target sono soprattutti i giovani. Proseguiamo un discorso di qualità, dopo Cosmo, Colapesce, Maria Antonietta e i Meganoidi, ma abbiamo spinto molto sul clima da festa di piazza. A differenza degli scorsi anni il concerto inizierà prima della mezzanotte, quando si fermerà per il brindisi di Capodanno, e proseguirà dopo».

Tornando al Natale, va detto che finora le cose sono andate decisamente bene. Lo dicono i numeri: si è registrato un aumento del 20% delle presenze, con 2.000 presenze giornaliere al Bosco degli Elfi e tra le 3.000 e le 3.500 sulla pista di pattinaggio sul ghiaccio, più volte sold-out. Gli eventi già svolti sono 14 (fino al 6 gennaio saranno 60). Ben 45mila le presenze negli ultimi weekend. Lo ricorda il sindaco Valeria Mancinelli, che parla di «un format azzeccato, anche se tutto è migliorabile. In molti vengono da fuori Ancona, e dal resto della regione. Ma non vogliamo fermarci, anzi. Serve un ulteriore passo in avanti. Penso a pacchetti turistici per gli eventi di Natale, dal prossimo anno, che coinvolgano Ancona e l’intera regione». Un’idea che sicuramente sarà accolta da tutte le associazioni di categoria che collaborano attivamente al cartellone natalizio della città: Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e Cna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?