Jesi (Ancona), 30 luglio 2018- Ci siamo: torna mercoledì lo “Jesi Jazz Festival” in centro storico: sei concerti con due anteprime nazionali. Si comincia mercoledì alle 21,30 in piazza delle Monnighette con il grande Fabio Zeppetella alla chitarra, Amedeo Ariano alla batteria, Emanuel Bex all’organo hammond e Geraldine Laurent al sax alto. "Chansons!" il titolo, per raccontare i due mondi dell'Italia e della Francia (FOTO). L'inedito quartetto interpreterà undici canzoni: da Bruno Martino passando per De Andrè e De Gregori e arrivando a Pino Daniele per l’Italia e Jacques Brel, Leo Ferrè, Yves Montand e Joe Dassin per la Francia. Biglietti: da 8 a 12 euro: 0731 206888. Segue, alle 23 (biglietto: 1 euro), il concerto di Susanna Stivali voce, Amanda Tiffin, grande cantante sudafricana per la prima volta in Italia, Mike Rossi sax e Guillherme Ribeiro pianista, tastierista, fisarmonicista e compositore brasiliano di grande talento.

Giovedì la rassegna si sposterà in piazza Federico II dove i concerti saranno ad ingresso libero: alle 21,30, la formazione capitanata da un’autentica leggenda del jazz italiano, Enzo Pietropaoli, al basso elettrico con Enrico Zanisi al piano e Alessandro Paternesi alla batteria in un omaggio al festival di Woodstook dell’agosto 1969. La serata si concluderà alle 23 con la band alternative rock dei Radiohead. Nel gruppo Stefano Coppari alla chitarra e anche un quartetto d'archi. Venerdì infine in piazza delle Monnighette prima il trio: Leo Caligiuri al piano, Ares Tavolazzi al contrabbasso e Christian "Chicco" Capiozzo alla batteria. Con loro il trombettista Flavio Boltro, e Stefano Di Battista. Poi John Michael Mawshie, Emilio Marinelli, Gabriele Pesaresi e Stefano Paolini.

Ad accompagnare la rassegna, promossa dal Comune di Jes iin collaborazione con Fondazione Pergolesi Spontini ed Hemingway cafè, la mostra “A tempo di Jazz”, a cura del Circolo Culturale Jesino “Massimo Ferretti”, che inaugura mercoledì alle 17,30 e che resta aperta fino a domenica 5 agosto dalle 17,30 alle 20.