Il virtual tour dentro palazzo Pianetti a Jesi
Il virtual tour dentro palazzo Pianetti a Jesi
Con pochi click si hanno davanti le tele di Lorenzo Lotto ma anche le statue d’età romana: il virtual tour di Palazzo Pianetti a Jesi è ora realtà. Da Google Street View e dal sito del Comune si potrà accedere liberamente ai musei di palazzo Pianetti. Il progetto nasce dalla collaborazione con l’azienda T-Lize di Roberto Telli e Raffaella...

Con pochi click si hanno davanti le tele di Lorenzo Lotto ma anche le statue d’età romana: il virtual tour di Palazzo Pianetti a Jesi è ora realtà. Da Google Street View e dal sito del Comune si potrà accedere liberamente ai musei di palazzo Pianetti. Il progetto nasce dalla collaborazione con l’azienda T-Lize di Roberto Telli e Raffaella Abbate. Palazzo Pianetti è stato indicizzato su Google e grazie a panoramiche tridimensionali è diventato protagonista di tour virtuali immersivi che presto saranno disponibili al grande pubblico.

Un tour che nasce da immagini fotografiche scattate da Raffaela Abbate a centinaia (12 per ogni stanza riprodotta) all’interno di Palazzo Pianetti e che può anche essere personalizzato inserendo ad esempio i nomi delle opere d’arte o degli artisti. Tutto nasce dai musei chiusi a causa della pandemia: attraverso un uso virtuoso della tecnologia si rendono più fruibili possibile le opere d’arte.

"Un modo per far conoscere in tutto il mondo, da vicino, le bellezze della nostra città e per dare a questi luoghi, spesso non abbastanza noti, un’identità territoriale-geografica" spiegano i promotori.

Un progetto rivolto anche alle scuole in questo periodo di didattica a distanza. "Questo è un invito, un modo per incuriosire prima della riapertura dei musei, che speriamo avvenga al più presto" spiega Simona Cardinali dei Musei Civici di Jesi. Ha conquistato 11mila like sui social il video musicale che ha ripreso il concerto di Capodanno di Roberto Telli e Daniele Baldelli proprio all’interno della Galleria degli Stucchi. Nasce qui l’idea di un book digitale che unisce musica e immagini in diretta. Il tutto è consultabile sulle pagine social della Pinacoteca e dei musei civici.

Sara Ferreri