Quotidiano Nazionale logo
2 mag 2022

'Oltre confine: Gulda-Gershwin': due concerti a Jesi e Fabriano

Protagonista l'orchestra Filarmonica marchigiana. Si inizia domani al teatro Pergolesi, giovedì ci si sposta al Gentile

Ettore Pagano
Ettore Pagano

Jesi (Ancona), 2 maggio 2022 - Ultimo appuntamento della stagione Musicainsieme con la Form la “colonna sonora delle Marche” domani (ore 21) al Teatro Pergolesi di Jesi e giovedì al Teatro Gentile di Fabriano, con il programma “Oltre confine: Gulda-Gershwin”. Un concerto dove la musica si spinge oltre i limiti tradizionali dei generi, degli stili, delle forme integrando il linguaggio sinfonico con il jazz, il musical, il pop e il rock. Massimiliano Caldi, direttore principale della Filarmonica Subcarpatica “A. Malawski” di Rzeszów (Polonia), dirige la Form e il giovanissimo violoncellista di talento Ettore Pagano, vincitore del Concorso internazionale Johannes Brahms di Portschach (Austria) e del Concorso Internazionale Anna Kull Cello Competition, a Graz.

In programma l’esecuzione di due capolavori della letteratura musicale “oltre confine”: il Concerto per violoncello e orchestra di fiati di Friedrich Gulda, uno dei maggiori interpreti musicali del Novecento, e la fantasia per orchestra tratta dal Porgy & Bess di George Gershwin, qui eseguita nell’arrangiamento per piccola orchestra di Iain Farrington.

Il concerto per violoncello e orchestra di fiati di Gulda, composto nel 1980, è uno straordinario esempio di fusione fra lo stile classico-romantico e il rock-pop più dirompente e trasgressivo. Stupefacente è la quantità di colori, espressioni, gesti e caratteri differenti che Gulda riesce a ricavare dal violoncello richiedendo al solista di padroneggiare una tecnica strumentale di altissima difficoltà ideata ex novo. Un violoncello amplificato come in un concerto live che a volte strepita come una chitarra elettrica heavy metal, altre volte vocalizza come una tromba jazz e altre volte infine ritrova la sua tradizionale intonazione classico-romantica, pulita e vibrante nel suo registro preferito, quello tenorile.

Segue la fantasia per orchestra tratta dal Porgy & Bess di Gershwin: l’opera “black” musicata dal compositore statunitense che ha rivoluzionato il teatro musicale popolare, integrando le nobili forme della musica lirico-sinfonica con le canzoni jazz-blues, il musical, il gospel. Il brano più famoso è Summertime, interpretato da un gran numero di artisti sia in chiave jazz che in chiave rock, da Billie Holiday a Louis Armstrong ed Ella Fitzgerald, da Miles Davis a Billiy Stewart, da John Coltrane a Janis Joplin. Il concerto di Jesi viene realizzato in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini, biglietteria: tel. 0731/206888; e-mail biglietteria@fpsjesi.com; quello di Fabriano è inserito in Suoni per la rinascita, nell’ambito del progetto MarcheInVita - Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma. Botteghino del Teatro Gentile: 0732/3644.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?