A Morro torna "Lacrima in giallo": il noir protagonista tra musica e libri

A Morro torna "Lacrima in giallo":  il noir protagonista tra musica e libri

A Morro torna "Lacrima in giallo": il noir protagonista tra musica e libri

Torna il festival "Lacrima in giallo" nel borgo del vino Lacrima. Con la direzione artistica dello scrittore Alessandro Morbidelli, Morro d’Alba ospiterà dal primo al 4 giugno una serie di eventi dedicati alla narrazione del mistero e del segreto, con ospiti d’eccezione. Il Torrione Teodorico ospiterà le scrittrici Nuela Celli con il suo "Il giallo della sonnambula sui tetti" e Silvia Bottani con "Un altro finale per la nostra storia", oltre allo scrittore Piernicola Silvis, che nel suo "L’errore" parla del territorio e anche di Morro d’Alba.

Il fotografo Ruggero Ruggieri porterà i visitatori nelle pieghe della notte con la sua mostra "La notte mi viene a cercare", allestita nelle sale espositive dell’auditorium di Santa Teleucania. Sempre negli stessi locali, la crew di Read & Play, gruppo affiatato che nel tempo si è specializzato in reading ad alto contenuto culturale: presenterà in anteprima una serata dedicata a Stephen King e alla musica nei suoi romanzi con "Musica da paura: le canzoni nell’opera di Stephen King".

Protagonisti saranno inoltre il museo e la biblioteca, con le tante iniziative per i più piccoli, e la banda cittadina, che come ogni anno chiuderà l’edizione del festival con un concerto noir. Note che saranno ancora più profondamente rosse con l’evento del 3 giugno (ore 21,30), che vedrà esibirsi i Goblin dell’acclamato maestro Claudio Simonetti, autore delle colonne sonore, tra le altre, dei film del grande Dario Argento. La proiezione in piazza del film cult "Profondo rosso" del maestro del brivido, aprirà la manifestazione nella serata il primo giugno.

"Il giallo e il noir – rimarca Alessandro Morbidelli – sono quei generi che forse meglio di ogni altro oggi riescono a raccontare un territorio, perché ne scandagliano i vicoli più oscuri. Ecco quindi che un festival ad ampio respiro come questo, attento alle declinazioni artistiche dell’intero territorio italiano e non solo del giardino di casa, riesce a cucirsi addosso un doppio valore: quello dell’occhio che osserva le tendenze e quello del momento di condivisione culturale in un periodo in cui c’è davvero bisogno di stare insieme e di godere della cultura".

Saranno anche premiati i giovani scrittori del concorso letterario "Racconti della nostra terrà", del’ Istituto comprensivo Gioacchino Rossini e i concorrenti della competizione regionale Storie da Musei Archivi e Biblioteche.