Il semaforo scomparirà per fare spazio alla rotatoria davanti al nuovo supermercato
Il semaforo scomparirà per fare spazio alla rotatoria davanti al nuovo supermercato
La storica concessionaria Frulla ha lasciato Jesi, al suo posto arriverà un supermercato e grazie agli oneri per il cambio di destinazione d’uso del capannone qui nascerà una rotatoria che consentirà di dire addio al semaforo. Siamo all’incrocio tra viale della Vittoria, viale del Lavoro e via Garibaldi dove nel breve periodo dovrebbe essere allestito un supermercato di medie dimensioni al servizio soprattutto ma non solo del quartiere che non è provvisto di...

La storica concessionaria Frulla ha lasciato Jesi, al suo posto arriverà un supermercato e grazie agli oneri per il cambio di destinazione d’uso del capannone qui nascerà una rotatoria che consentirà di dire addio al semaforo.

Siamo all’incrocio tra viale della Vittoria, viale del Lavoro e via Garibaldi dove nel breve periodo dovrebbe essere allestito un supermercato di medie dimensioni al servizio soprattutto ma non solo del quartiere che non è provvisto di un punto vendita di questo tipo.

Sulle vetrine della ormai ex concessionaria Frulla si annuncia la prossima apertura di una nuova attività. Da tempo si parla di realizzare qui, dove si trova per giunta anche la centralina del monitoraggio regionale dell’aria che rileva le polveri sottili, ma il progetto è stato posticipato negli anni soprattutto per la difficoltà di finanziare l’opera.

Ma ora dagli oneri di urbanizzazione per il cambio di destinazione d’uso del capannone dovrebbero derivare le risorse per la realizzazione. Lo scopo è regolare il traffico e rallentare la velocità dei veicoli lungo via Ancona.

Oltre alla riduzione delle code, della sosta al semaforo e del conseguente smog. "L’intervento – spiegano gli uffici comunali - si configura come superficiale, non si prevedono scavi a profondità maggiore di quella già compromessa da interventi precedenti e pertanto non è necessario avviare la verifica preventiva di interesse archeologico".

Il costo complessivo per la realizzazione della rotatoria è stato stimato in 240mila euro: 200 mila per la realizzazione, altri 40mila per gli adeguamenti di illuminazione e fognatura. Conti che potrebbero variare però nel caso in cui a presentare il progetto sia il privato, che realizzerebbe in proprio il tutto a scomputo degli oneri di urbanizzazione primaria dovuti al Comune. Intanto procedono i lavori di realizzazione della nuova rotatoria appena un chilometro più avanti all’incrocio fra via Ancona e viale Don Minzoni. Questo cantiere che ha un costo di 120mila euro dovrebbe concludersi entro fine giugno. Fino al 23 giugno per via dei lavori, i veicoli che percorrono via Ancona in direzione Jesi una volta arrivati all’intersezione con viale don Minzoni hanno l’obbligo di proseguire dritti, mentre per chi procede da Jesi verso Ancona c’è l’obbligo di svoltare a destra verso viale don Minzoni.

Sara Ferreri