Ancona, 1 dicembre 2021 - Insulti e offese non solo a lui ma anche ai suoi familiari e alla sua attività che è estranea ai fatti. Dopo l’identificazione del ristoratore Andrea Serrani, 45 anni, come il tifoso viola che sabato ha molestato la giornalista di Toscana Tv Greta Beccaglia palpandole il sedere durante una diretta televisiva, sono arrivate cascate di commenti sui profili social personali del chiaravallese e su quelli del suo ristorante "Il Ranocchiaro".

La fidanzata: "Adrea è un burlone, non un violentatore"Andrea Serrani e le molestie alla giornalista: "Ho fatto una cavolata, chiedo scusa"

Andrea Serrani

In tanti lo condannano abusando di un linguaggio che ha oltrepassato ogni forma di decoro. C’è chi ironizza sul menù da proporre al suo ristorante, chi tira in ballo i suoi affetti personali oltrepassando il limite di una shitstorm, una tempesta di insulti negativi e offese passivi di denunce. Qualcuno lo ha incoraggiato con un "ti auguro di avere della chance per rimediare". Da Facebook ad Instagram dove un follower gli ha scritto "se vengo a cena mi dai una sculacciata anche a me?".

Sotto attacco anche le recensioni del suo ristorante: "Posto gestito da un molestatore seriale" ha scritto qualcuno. Lui ieri è andato in diretta sulla trasmissione "Ore 14" su Rai Due: "Non sono il mostro di tutta Italia. Sono uno che lavora, che ha fatto tanti sacrifici per coltivare il sogno di aprire un ristorante. Ho sbagliato e mi scuso con la giornalista. Pago più di quello che merito"

Tra i commenti anche qualcuno che si manifesta "dispiaciuto" per la gogna a cui è sottoposto. Anche una maga spende parole di conforto per Serrani parlando di "bellissimo ristornate e ottima cucina e aggiungendo che Andrea non è come lo descrivono, è molto scherzoso. Per lui ieri il Daspo per tre anni.