Jesi (Ancona), 11 giugno 2028 – “Così vivevano nell’antica Aesis”: nei giorni scorsi accanto all’assessore alla cultura Luca Butini, gli studenti della classe I C bt dell’IIS “G. Galilei” di Jesi hanno concluso con entusiasmo un progetto interdisciplinare sulla Aesis romana ideato dalla loro docente Carla Tiberi in collaborazione con i professori Sonia Mosconi, Cinzia Genise, Luca Giovagnetti e l’archeologo Alessandro Biagioni.
Gli studenti, in abiti da antichi Romani, hanno condotto i loro familiari per le vie del centro storico e al Museo Archeologico, per una visita guidata, prima in italiano e poi in inglese, presentando anche vari aspetti della civiltà e della vita quotidiana dell’epoca.

Si sono quindi avvicendati nelle spiegazioni, tra i vari personaggi evocati, antichi mimi, un costruttore edile, un soldato, un ceramista, un’evanescente anima dell’oltretomba e persino Zeus in persona, che, sommerso da una nuvola bianca di barba e capelli, ha intrattenuto i visitatori con informazioni sul Pantheon e sugli ordini sacerdotali dell’antica Roma. Durante l’evento gli allievi hanno utilizzato per le spiegazioni anche modellini di una domus e dell’anfiteatro dell’antica Aesis realizzati con stampante in 3D, oltre a vari pannelli esplicativi e manufatti, tra cui figurano una tabula lusoria (tavola da gioco) con tanto di pedine, un piccolo mosaico e un trigon, ossia una palla da gioco con cui tre ragazzi si sono esibiti in piazza Federico II. Durante la visita guidata la professoressa Grazia Calvo ha effettuato delle riprese riutilizzabili nei musei della regione Marche. Il progetto è stato molto apprezzato e lodato anche sui social.