Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
29 mar 2022

Bolletta record, il parroco: "Aiutatemi a pagarla"

L’appello di padre Jacques ai fedeli della chiesa di San Marco Evangelista a Osimo: "Sono oltre 4mila euro, è più che raddoppiata"

29 mar 2022
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende
Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista, padre Jacques Nzitonda Mulende

Gli aumenti delle bollette collegati a quello delle materie prime per la crisi internazionale mettono in difficoltà privati, aziende e anche le chiese. Il caro bollette non sta risparmiando nessuno, nemmeno chi finora se l’è cavata. Quasi tutte queste ultime nel territorio dell’Osimano e dintorni sarebbero in difficoltà in questo periodo proprio per l’arrivo della stangata di gas e luce, soprattutto quest’ultima. Il parroco della chiesa del San Marco Evangelista in centro a Osimo, padre Jacques Nzitonda Mulende, l’ha fatto presente ai suoi fedeli durante la messa di domenica scorsa. Ha voluto lanciare un messaggio perché la situazione è davvero difficile al momento.

"Non ho nascosto ai miei parrocchiani l’arrivo di una bolletta da quattromila e 200 euro per due mesi e la naturale difficoltà per il saldo del pagamento – racconta – L’ho confidato loro e la risposta, come pensavo, è stata davvero buona, aiuteranno la parrocchia che è anche la loro casa, una grande famiglia. In realtà la mia è stata soltanto un appello di sensibilizzazione ai fedeli per aiutare la loro chiesa. Una spesa così elevata è dovuta sicuramente al riscaldamento dell’edificio di culto per le funzioni religiose e dell’oratorio dove i ragazzi fanno catechismo e varie attività che sono riprese". La scadenza è prevista per venerdì, data che si avvicina inesorabilmente, e dando un’occhiata all’importo, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, si nota subito che è più che raddoppiato. Una mannaia per una delle parrocchie più grandi della città. I locali sono grandi e per riscaldarli a beneficio di ragazzi e bambini occorre di certo tenere accesi i riscaldamenti per ore. La parrocchia è stata comunque attenta al risparmio energetico ma non è bastato in un periodo di grossi rincari. Il parroco ha spiegato che anni fa avevano ad esempio sostituito con lampade al led quelle tradizionali proprio per diminuire i consumi.

Anche le altre parrocchie della zona cercano di raccogliere offerte dai fedeli per sopperire al problema, già reduci come sono da due anni di pandemia che non ha permesso di organizzare eventi, sagre e feste. Gli aumenti delle bollette sono uno dei temi cardine che vengono discussi quasi quotidianamente nei Comuni, soprattutto quelli più piccoli, che oltre a far fronte alle proprie spese ricevono richieste di aiuto da parte di cittadini che non riescono a pagare le ultime rate. A Osimo se ne parla proprio stasera in Consiglio comunale. Il municipio sta cercando, tra le altre cose, di ottenere dei risparmi di spesa tagliando il riscaldamento di enti con cui finanziare un fondo destinato a imprese e famiglie per contribuire al pagamento delle bollette.

si.sa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?