Altri casi di positività e quarantene nella Diocesi di Jesi. Dopo l’accertato contagio del vescovo Don Gerardo, anche il parroco di Pianello Vallesina don Alberto Balducci è isolato a casa con il covid: il sacerdote, che presenta per fortuna solo lievi sintomi della malattia, ha comunicato ai parrocchiani che la chiesa di San Benedetto Abate resterà chiusa durante il fine settimana, poi sarà sanificata. Inoltre, stando agli ultimi aggiornamenti della Diocesi jesina, a causa...

Altri casi di positività e quarantene nella Diocesi di Jesi. Dopo l’accertato contagio del vescovo Don Gerardo, anche il parroco di Pianello Vallesina don Alberto Balducci è isolato a casa con il covid: il sacerdote, che presenta per fortuna solo lievi sintomi della malattia, ha comunicato ai parrocchiani che la chiesa di San Benedetto Abate resterà chiusa durante il fine settimana, poi sarà sanificata. Inoltre, stando agli ultimi aggiornamenti della Diocesi jesina, a causa della quarantena di don Maurizio Fileni sono sospese le celebrazioni previste nelle chiese di Castelbellino e Monte Roberto fino al 21 febbraio.

A Cupramontana, il parroco don Giovanni Rossi è in isolamento fiduciario fino al 20 febbraio per motivi precauzionali, pur essendo risultato negativo tre giorni fa all’ultimo tampone. Le celebrazioni festive e prefestive e del Mercoledì delle ceneri saranno guidate dal diacono Paolo Tomassetti e da altri sacerdoti. Nella zona "Santa Maria Nuova - San Marcello", il parroco don Fabio Belelli, negativo al covid, dovrà comunque restare in quarantena per dieci giorni ed ha comunicato ai fedeli i nuovi orari per il fine settimana: a Monsano, un altro sacerdote ha officiato la Santa Messa di ieri a Santa Maria, lo stesso è previsto per questa mattina per le celebrazioni delle 9 alla chiesa del Sacramento. Le altre messe generalmente previste sono sospese.

A San Marcello, ieri pomeriggio nella chiesa parrocchiale si è svolta solo la liturgia della Parola e la distribuzione della comunione mentre questa mattina la Messa sarà celebrata da padre Omer alle 11.15 ed è annullata quella delle 8.

Cambiamenti provvisori ma inevitabili che la Diocesi di Jesi ha dovuto affrontare, comunicando puntualmente ai fedeli ogni variazione e tenendoli informati anche sullo stato di salute del vescovo, da lunedì in isolamento perché positivo: "Don Gerardo continua la sua convalescenza a casa" è l’ultimo aggiornamento. Tanta apprensione tra i parrocchiani per il suo stato di salute: alla notizia del contagio, preghiere, messaggi di affetto e auguri di pronta guarigione si sono diffusi sui social in segno di vicinanza.

Per fortuna, superato il problema della riorganizzazione degli appuntamenti parrocchiali, non sono insorte complicazioni: "Don Gerardo - è quanto diffuso dalla Diocesi - nella sua abitazione continua l’attività pastorale; le sue condizioni di salute sono buone".

Chiara Cascio