Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
31 mag 2022

Cabine di Portonovo all’asta Tutte assegnate tranne una

Alessandrelli: "Nessuno ha fatto una proposta per il capanno numero 1. Ci servono i tempi tecnici per organizzarci e procedere con una nuova gara"

31 mag 2022
marina verdenelli
Cronaca
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino
Le cabine si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino

di Marina Verdenelli

Asta per le cabine di Portonovo, tutte assegnate tranne la numero 1. Si è conclusa ieri pomeriggio l’operazione che ha portato ad aggiudicare 29 delle 30 cabine che si trovano sulla spiaggia della Torre, prima del Clandestino. "Abbiamo avuto una sessantina di richieste – spiega Fabio Alessandrelli, presidente della società Opera e rappresentanti di Rti, raggruppamento temporanei di imprese, che quest’anno si è aggiudicato la concessione dei servizi nella baia di Portonovo – alcune cabine hanno avuto più richieste e altre soltanto una. Nessuno ha fatto una proposta per la cabina numero 1. Il motivo non lo sappiamo ma per assegnarla adesso faremo una nuova asta solo per quella. I tempi tecnici per organizzarci e ne daremo comunicazione anche sul sito www.campeggiolatorreportonovo.it". La nuova procedura di aggiudicazione aveva portato scompiglio e anche uno slittamento dell’asta che inizialmente era prevista per giovedì scorso. La nuova modalità prevedeva che ciascun proponente facesse una offerta per una cabina già scelta, indicando il numero della stessa. L’assegnazione poi andava a chi aveva rialzato di più il prezzo della base d’asta che partiva per tutte da 370 euro. Negli anni passati si faceva solo l’offerta e via via veniva assegnate dalla più alta alla più bassa. Chi partecipava all’asta aveva dunque più possibilità di vedersi aggiudicare una cabina alla Torre. "Il nuovo metodo è stato scelto da noi – chiarisce Alessandrelli – all’interno delle regole del capitolato di appalto c’era anche la possibilità di fare una assegnazione diversa. Siamo stati soddisfatti delle richieste arrivate, più del doppio delle cabine disponibili". Le offerte sono arrivate per lo più in busta chiusa, sigillata e controfirmata e solo una decina di persone hanno optato per l’offerta online con tanto di codice pin per garantirne la segretezza dell’importo indicato. La società ha fatto una diretta Facebook per l’assegnazione. Chi si è accaparrato la cabina potrà farne uso a partire da domani (primo giugno) e fino al 30 settembre. Le offerte scadevano ieri a mezzogiorno. Per i ritardatari c’è ancora una possibilità, avanzare una offerta per la numero 1 ancora disponibile. L’anomalia dell’asta di quest’anno era stata notata anche dalla consigliera comunale della Lega Antonella Andreoli che, collegandosi dal sito indicato per partecipare, mezz’ora prima dell’apertura delle offerte, non era stato ancora caricato il regolamento.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?