Ancona, va in choc anafilattico per la puntura di un calabrone (Foto archivio Crocchioni)
Ancona, va in choc anafilattico per la puntura di un calabrone (Foto archivio Crocchioni)

Ancona, 12 luglio 2019 - Punto da un calabrone mentre si trova all’esterno della sua casa in una zona di campagna, 61enne anconetano colto da choc anafilattico. Dramma ieri mattina in via del Castellano, lungo la strada verso Montacuto e Portonovo, dove un uomo ha rischiato di morire dopo la puntura di un insetto, con ogni probabilità un calabrone. Il 61enne, infatti, è andato anche in arresto cardiaco dopo aver palesato forti problemi respiratori ed è stato rianimato grazie all’intervento dei soccorritori della Croce Rossa Italiana, i primi ad intervenire all’interno dell’abitazione dove si è verificato l’episodio.

Successivamente sul posto è intervenuto anche un equipaggio del 118 che ha apportato le cure del caso prima di trasferire il paziente al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette. La puntura poteva essere fatale se le persone che si trovavano in casa non avessero subito fatto scattare l’allarme. L’effetto della puntuta sul soggetto è stato drammaticamente immediato. In pochi secondi si sono evidenziati i problemi di respirazione, poi addirittura l’arresto cardiaco, per fortuna tamponato con la manovre rianimatorie dei soccorritori.

Il paziente è stato portato in pronto soccorso con un codice rosso e successivamente trattato dal personale medico del reparto di Torrette. Al paziente è stato inalato il farmaco salvavita nei casi di punture di insetti, necessario per azzerare gli effetti delle punture e dello choc anafilattico successivo. Non è la prima volta che si verificano episodi di questo genere, in alcuni casi, purtroppo, la vittima della puntura da insetto non si è più ripresa.