Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Camerano, sventato l'assalto al Grotte Center. Gioielleria distrutta

I carabinieri hanno costretto gli 8 banditi in fuga ad abbandonare la refurtiva. Non si esclude che la banda abbia già colpito

Ultimo aggiornamento il 8 settembre 2018 alle 12:44

Camerano (Ancona), 7 settembre 2018 - Sventato l’assalto al centro commerciale Grotte Center: è successo questa notte alle 2 ad Aspio di Camerano. L’allarme antifurto al 112 ha fatto precipitare i militari dell’Arma di Osimo nel centro commerciale in via Campo di Aviazione 17 dove i banditi erano riusciti  a entrare dopo aver forzato le porte d’ingresso laterali per assaltare il negozio “Blue Spirit” da cui hanno asportato  numerosi orologi e monili in oro ed argento dopo aver frantumato le vetrine. 

LEGGI ANCHE Castelfidardo, commando assalta il distributore Q8

All’arrivo dei militari, gli uomini si sono quindi dati alla alla fuga attraverso i campi circostanti, abbandonando la refurtiva e riuscendo a far perdere le proprie tracce. Le ricerche, tuttora in corso, hanno sinora fornito esito negativo. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla responsabile del negozio.  Dalle immediate indagini e dalla visione parziale della videosorveglianza del negozio e lungo le strade di fuga è emerso che i malfattori, circa otto e probabilmente dell’est Europa, con la complicità di un “palo”, alla vista dell’arrivo delle autovetture dei carabinieri, si erano dati alla fuga attraverso i campi in direzione di Castelfidardo. Una fuga garantita probabilmente grazie all’appoggio di qualche veicolo ‘pulito’.  

Dal modus operandi non si esclude che possa trattarsi della stessa banda che lo scorso 3 settembre ha operato l’assalto al distributore Q8 di Castelfidardo, sito in via Jesina.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.