Ancona, 8 ottobre 2018 - Torna la truffa dello specchietto ma stavolta la vittima si becca anche due pugni in faccia.

Una pattuglia della polizia domenica scorsa è intervenuta a Candia per un signore che, durante la chiamata al 113, aveva riferito di essere stato aggredito. L’uomo, un anconetano 66enne, aveva subìto il tentativo della truffa dello specchietto mentre era in auto.

Avvicinato dall’automobilista, essendo nato un litigio tra i due, questo gli ha tirato due pugni in viso per poi fuggire. Grazie alla descrizione fornita, è stato poco dopo rintracciato.

L’aggressore, un tossicodipendente 31enne, è stato denunciato per lesioni personali e truffa.