Operazione della Finanza
Operazione della Finanza

Osimo, 25 novembre 2021 - La Guardia di Finanza di Osimo ha denunciato i responsabili di una società osimana di manutenzione impianti che ha usufruito indebitamente della cassa integrazione guadagni, prevista nell’ambito delle misure a sostegno delle imprese colpite dalla crisi economica determinata dal Covid-19. Per far fronte alla crisi economica determinata dall’emergenza epidemiologica infatti, a partire dal primo Decreto Rilancio del marzo 2020 e fino alla legge di Bilancio 2021, il legislatore ha allargato la platea dei beneficiari della Cassa integrazione guadagni per rinforzare la tenuta economica a vantaggio di lavoratori ed aziende.

Le Fiamme Gialle osimane hanno riscontrato che un’azienda aveva richiesto l’accesso all’ammortizzatore sociale dell’integrazione salariale per tutti i suoi 15 dipendenti, che erano stati indicati come sospesi dal lavoro a causa della pandemia proprio nei mesi di marzo, aprile e maggio del 2020, periodo di piena emergenza sanitaria. La situazione però era diversa dalla realtà: l’azienda aveva emesso diverse fatture relative ad interventi prestati ai clienti. I responsabili della frode, due coniugi osimani, sono stati denunciati per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, che prevede la pena della reclusione da sei mesi a tre anni.