Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

Ci sarà un’asta per ogni cabina Un pasticcio: assegnazione rinviata

Per motivi ancora non del tutto chiari la procedura avverrà non prima di lunedì, la consigliera della Lega: "Le modalità dell’offerta sul sito a mezzora dall’apertura della gara non erano ancora state caricate"

28 mag 2022
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo
Un’occasione unica per avere un appoggio lungo la spiaggia di Portonovo

L’assegnazione all’asta delle 30 cabine alla Torre di Portonovo è proprio un pasticcio. La scadenza dell’evento era stata fissata dal Comune per giovedì sera alle 20, ma per motivi ancora non chiari sarebbe stato tutto posticipato a lunedì prossimo, 30 maggio. E non sarebbe l’unica stranezza, stando a quanto riferito dalla consigliera comunale della Lega, Antonella Andreoli. Nei giorni scorsi il Carlino aveva anticipato le modifiche legate alle assegnazioni, sia le modalità di svolgimento della gara, ma soprattutto il regolamento. La Andreoli ha notato alcune anomalie: "Andando sul sito del Comune, nella parte dedicata al bando si nota che le modalità di presentazione delle offerte, le istruzioni dettagliate di compilazione dell’offerta ed il regolamento d’uso e concessione delle cabine sarebbero state visionabili alla pagina www.campeggiolatorreportonovo.it. Ebbene, su detto sito a mezz’ora dall’apertura dell’asta non erano stati caricati né il regolamento di partecipazione né le FAQ, ossia le domande ricorrenti da poter cliccare in caso di dubbi. Entrambe le voci apparivano ma non aprivano alcun link. Solo a venti minuti dall’apertura dell’asta compariva finalmente il regolamento ma non ancora le FAQ. Il modulo di partecipazione è stato caricato con diverse versioni tutte differenti tra loro, l’ultima caricata riporta addirittura la data sbagliata e indica come data d’asta il 28 maggio mentre la scadenza era inizialmente il 26 maggio poi prorogata al 30 maggio". Insomma una serie di questioni che lasciano perplessi. Come accennato in precedenza, il primo cambiamento rispetto al passato riguarda le nuove modalità di assegnazione delle cabine. Invece di una offerta generale per tutte le cabine e poi assegnarle ai primi 30 classificati i base all’offerta e all’ordine di graduatoria, la nuova concessionaria ha deciso di cambiare: "Gli interessati _ aggiunge la Andreoli _ dovranno indicare prima la cabina per la quale vogliono partecipare, dunque non ci sarà una equa distribuzione in base alle offerte, essendo ogni partecipante obbligato a partecipare soltanto a una singola asta per una singola cabina. In pratica si svolgeranno 30 aste diverse, una per cabina, scelta prima della partecipazione. Un grosso pasticcio e una gran confusione. Tutto sarà subordinato alla scelta iniziale, i fortunati che avranno scelto la cabina con pochi partecipanti se la vedranno infatti aggiudicata molto più agevolmente e a minor prezzo. Paradossalmente si avranno due cabine identiche aggiudicate a prezzi esponenzialmente diversi e non in base ad una graduatoria stilata in base alle offerte. Allora sarebbe stato più equo estrarre direttamente a sorte tra i vari partecipanti a prezzo fisso. Facciamo un accorato appello all’Ufficio Legale del Comune di Ancona affinché blocchi l’asta e riveda il regolamento".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?