Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Comune e social, esperto per 120mila euro

L’amministrazione ha pubblicato un avviso pubblico e il Pd va subito all’attacco: "Tra le stranezze c’è la richiesta di laurea in design"

Il primo cittadino Massimo Olivetti
Il primo cittadino Massimo Olivetti
Il primo cittadino Massimo Olivetti

La strategia social del Comune vale 120mila euro per tre anni e mezzo: è polemica sull’avviso pubblico di manifestazione d’interesse per l’affidamento del servizio di progettazione e realizzazione di una strategia di comunicazione social per la divulgazione delle attività del Comune. Lo scorso gennaio l’Amministrazione aveva stanziato 20mila euro per la promozione turistica avvalendosi dell’Unione dei Comuni. Ora a tenere banco è l’avviso pubblico di affidamento dei servizi social del Comune: "Con una pubblicazione apparsa sul sito del Comune pochi giorni fa, si è appreso che l’Amministrazione Olivetti, probabilmente a causa degli scivoloni comunicativi in questi primi 18 mesi di mandato, ha deciso di affidare il servizio di progettazione e realizzazione di una strategia di comunicazione social per le attività del Comune. Il tutto sulla falsariga di quanto effettuato dalla Regione Marche a inizio mandato, il valore stimato dell’appalto? La cifra preventivata è di 122 mila euro Iva compresa per 3 anni e mezzo – spiega il capogruppo del Pd Dario Romano - una somma superiore a quanto costerebbe un addetto stampa interno al Comune stesso e con professionalità certificate da esperienza, competenza e titoli. Inoltre un addetto interno potrebbe sia occuparsi sia dei social che dei comunicati stampa, attività quest’ultima che invece non sembrerebbe ricompresa nell’appalto e quindi andrebbe comunque in carico all’Ente. L’ennesimo segnale quindi che questa amministrazione, se ce ne fosse ancora bisogno, recapita alla cittadinanza senigalliese".

Due i requisiti di professionalità su cui si sofferma Romano: "Di avere svolto con buon esito e senza contestazioni, nel triennio 2019-2020-2021, realizzazione di progetti di comunicazione sui social per enti pubblici eo privati per un importo complessivo almeno pari a 50mila euro, non c’è differenza tra ente pubblico e ente privato, come se parlare di sanità o di rifiuti non è la stessa cosa che pubblicizzare il Summer Jamboree o gli eventi alla Rotonda". Il secondo requisito prevede nell’organico almeno un operatore che sia in possesso del diploma o laurea in design: su questo punto facciamo davvero fatica a capire, diversi operatori economici del settore che vogliono partecipare potrebbero sollevare il tema e aprire la strada a ricorsi amministrativi". Una frecciata arriva anche sui T-Red:"Nel frattempo, il 18 aprile si inaugura il T-Red in via Mercantini. Ovviamente è stato fatto tutto per la sicurezza, non perché a bilancio sono stati inseriti milioni di euro per le multe".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?