Il gommone della Guardia di Finanza davanti alla frana avvenuta al Trave
Il gommone della Guardia di Finanza davanti alla frana avvenuta al Trave

Ancona, 5 luglio 2018 – Si è sfiorata la tragedia questa mattina, intorno alle 11, quando i militari a bordo di un battello operativo della Guardia di Finanza, in servizio sul tratto di mare antistante la zona del Trave di Portonovo, hanno assistito in diretta ad una frana della falesia del Conero soprastante un tratto di spiaggia interdetta alla sosta dei bagnanti proprio poiché la costa è continuamente a rischio crollo.

La mappa del rischio

Nonostante ciò, tre ragazzi si trovavano proprio lì dopo aver raggiunto la baia per godersi un giorno al mare. Appena hanno visto precipitare dal monte alcune rocce, due sono riusciti a mettersi al sicuro correndo verso la vicina spiaggia di Mezzavalle mentre il terzo, bloccato dalla frana, si è gettato in mare.

L’equipaggio delle Fiamme Gialle, che aveva assistito a tutta la scena, si è immediatamente precipitato verso il ragazzo in acqua riuscendo poi a farlo salire a bordo del gommone, allontanandolo dalla zona della frana e conducendolo verso la spiaggia di Mezzavalle dove nel frattempo erano giunti i suoi amici.

I militari della Guardia Costiera stanno valutando la criticità della falesia dopo aver inoltre verificato che i cartelli di divieto erano tutti regolarmente presenti ma non erano stati rispettati dai tre imprudenti bagnanti.

IL PRECEDENTE Crolla la falesia tra Numana e Sirolo, panico tra i bagnanti

CROLLO_31556389_211149