Si allargano i contagi di persone rientrate dalla vacenze
Si allargano i contagi di persone rientrate dalla vacenze

Ancona, 12 agosto 2020 - Non siamo ancora al focolaio, ma si allargano le conseguenze della vacanza in Croazia da parte di un gruppo di giovanissimi residenti nel fanese. Tra i contagi registrati e ufficializzati ieri dal Gores, il gruppo di coordinamento regionale per l’emergenza pandemica, c’è un altro diciannovenne residente a Fano direttamente collegato ai casi emersi la settimana scorsa.

Il positivo al Covid confermato ieri però non è rientrato dalla vacanza sull’altra sponda dell’Adriatico transitando attraverso il porto di Ancona, quindi non aveva fatto parte di quella comitiva, anch‘essi tutti di età compresa tra i 18 e i 20 anni. Con loro però il nuovo contagiato ha disputato almeno una partita a calcetto tra amici, finendo con l’essere esso stesso contagiato al Sars-Cov2, per fortuna al momento asintomatico e dunque in buone condizioni di salute. Il problema dei contagi di rientro nelle Marche resta, tuttavia, un problema e non riguarda solo gli stranieri originari in Paesi dell’estremo oriente come Bangladesh e Pakistan, del Nord Africa come Marocco e Tunisia o dell’Est Europa. Aggiornando la conta sono 14, quasi tutti giovani, quelli rimasti contagiati dopo la vacanza in Grecia e Croazia. Tra i 4 positivi al virus di ieri (processati 929 tamponi, di cui 597 per il percorso ‘nove diagnosi’ da cui sono emersi i Covid+ e 332 per il percorso guariti) ci sono due persone residenti in provincia di Ancona.

Una è una donna di origini marocchine di 42 anni, che l’altro giorno è arrivata al pronto soccorso di Torrette in quanto sintomatica. Il tampone è risultato positivo e il suo quadro clinico ha consigliato il personale medico a ricoverare la paziente in malattie infettive, facendo risalire i ricoverati nelle unità di clinica e divisione dell’ospedale regionale di Ancona da 2 a 3.

L’altro soggetto registrato in provincia di Ancona invece è una signora di 68 anni residente a Fabriano che da alcuni giorni ha visto le sue condizioni peggiorare a causa di una serie di sintomi che poi hanno confermato la positività al Covid-19.

L’ultimo dei quattro nuovi positivi emersi dai tamponi processati dalla virologia è residente a Civitanova, in provincia di Macerata, ma il caso è collegato comunque ad Ancona. Nello specifico all’ospedale pediatrico-infantile Salesi dove la donna, una trentenne, in cura da tempo, è stata sottoposta a tampone. I ricoverati negli ospedali delle marche sono scesi a 11, 6 a Pesaro, 3 a Torrette e 2 a Fermo mentre sono 151 i positivi in isolamento domiciliare e 5.811 i guariti. Complessivamente i risultati di ieri porta il numero di positivi da inizio pandemia a 6.960 su oltre 106mila casi diagnosticati e quasi 178mila tamponi effettuati da fine febbraio ad oggi.