A meno di una settimana dal rientro in classe, partita l’operazione ‘Scuole Sicure’, ieri la polizia ha denunciato per detenzione ai fini di spaccio uno studente minorenne. I poliziotti, hanno effettuato una serie di attività di controllo in prossimità degli istituti cittadini: vicino a un giardino a due passi dal Campus Scolastico dove ad attirare l’attenzione è stato un gruppo di giovani che, alla vista della volante ha assunto comportamenti sospetti. Uno di loro ha gettato...

A meno di una settimana dal rientro in classe, partita l’operazione ‘Scuole Sicure’, ieri la polizia ha denunciato per detenzione ai fini di spaccio uno studente minorenne. I poliziotti, hanno effettuato una serie di attività di controllo in prossimità degli istituti cittadini: vicino a un giardino a due passi dal Campus Scolastico dove ad attirare l’attenzione è stato un gruppo di giovani che, alla vista della volante ha assunto comportamenti sospetti. Uno di loro ha gettato in terra un involucro, a quel punto gli agenti sono subito intervenuti e lo hanno recuperato. I giovani sono stati identificati, l’involucro è risultato una sigaretta artigianale contenente hashish. Gli ulteriori approfondimenti svolti dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Senigallia hanno consentito di rinvenire, in possesso del giovane senigalliese, un ulteriore quantitativo di droga: è stato trovato in possesso di circa 40 grammi di hashish ed alcuni grammi di cocaina, ma anche di strumenti idonei al confezionamento e diverse centinaia di euro ritenute provento dell’attività di spaccio. Si tratta di uno studente, ancora minorenne, senza precedenti penali.

Alla luce di quanto emerso e del quantitativo sequestrato, di seguito agli accertamenti anche tecnici compiuti sullo stupefacente, il giovane è stato deferito all’autorità giudiziaria in stato di libertà per il reato di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e lo stupefacente e il denaro sottoposto a sequestro. Data la minore età, sono stati informati i genitori del ragazzo. Non è la prima volta che uno studente del Campus viene trovato in possesso di droga.

Il servizio è stato avviato come sempre all’inizio dell’anno scolastico, nei precedenti anni ha dato riscontro positivo non soltanto in termini repressivi, consentendo la denuncia di alcuni spacciatori o la segnalazione di assuntori, ma anche e soprattutto in termini preventivi. L’attività, tra l’altro, viene associata ad un’altra, molto importante, consistente nella partecipazione di operatori della Polizia di Stato in occasione di incontri con gli studenti, all’interno degli istituti scolastici, con il fine far conoscere i gravi rischi per la salute connessi all’uso di stupefacenti. Lo scopo è quello di arginare il fenomeno del consumo e dello spaccio di droga tra i giovani. Gli accertamenti interesseranno non solo il Campus scolastico, ma anche le aree abitualmente frequentate da studenti.